Luzon, le Filippine che piacciono a Hollywood

Cosa vedere a Luzon, nel nord delle Filippine, tra spiagge paradisiache, moderne città e una natura incontaminata

Sono una meta turistica in costante crescita, le Filippine. A cominciara da Luzon, l’isola più grande di tutto l’arcipelago, che persino Hollywood ama.

Nonostante la chiusura (temporanea) al turismo di Boracay, che dal Paese è tra le mete più amate, le Filippine continuano ad essere in cima alle prenotazioni per le vacanze estive, incluse quelle dei turisti occidentali. Perché è una destinazione economica, questa, fatta di una natura splendida e di spiagge paradisiache.

Luzon, che nel 1991 fu sconvolta dall’inaspettata eruzione del vulcano Pinatubo (dormiente da cinque secoli), delle Filippine è una delle tre grandi regione fisiche, ed è casa di splendide località turistiche. Qui, ad esempio, si trova Baler. Sita nella provincia di Aurora, è un luogo caro a Hollywood: la celebre scena del film “Apocalypse Now”, che ritrae i soldati americani intenti a fare surf, fu girata proprio qui. Ed è in effetti il paradiso dei surfisti, Baler, soprattutto sulle spiagge di Sabang Beach e di Cemento Beach, mentre chi ama fare snorkeling può visitare le splendide isole coralline di Dimadimalangat, Aniao e Lukso-Lukso, poco lontano dalla costa.

Baler, Luzon

Sconosciuta al turismo di massa che affolla le Filippine, a nord-est di Luzon troviamo invece Cagayan: tra spiagge pittoresteche e vecchi villaggi, isole vulcaniche e una cultura antica, è il posto giusto per vedere il lato più autentico del Paese. Qui ci sono le grotte di Callao, la spiaggia di Claveria, e c’è poi il Rio Grande de Cagayan, il fiume pù lungo e selvaggio delle Filippine, che si snoda sinuoso nel mezzo di una natura mozzafiato.

Ma non è solo spiagge paradisiche e natura rigogliosa, Luzon. È anche la regione della capitale Manila e di Makati, popolatissima città fatta di moderni grattacieli e di una sorprendente vita notturna. E poi c’è l’entroterra, quello delle terrazze di riso. Il posto migliore per ammirarle è Batad, un luogo che pare uscito da una favola, sebbene richieda uno spirito avventuroso: una volta arrivati qui, lo spettacolo toglie il fiato. Ci sono pareti altissime, completamente terrazzate e di un verde rigoglioso, che raramente l’occhio umano può godere. E, se si è fortunati, si riescono anche a vedere le mondine all’opera, proprio come si faceva un tempo. Per tornare a casa con un ricordo in più nel cuore.

Batad, Luzon

 

Luzon, le Filippine che piacciono a Hollywood