Alla scoperta del Botswana, tra avventura e meraviglie naturali

I luoghi imperdibili del Botswana, a cominciare dai suoi parchi nazionali, luoghi perfetti per un safari indimenticabile

Nell’Africa del Sud, tra la Namibia e lo Zimbabwe, il Botswana è il posto perfetto per organizzare una vacanza tra la natura e gli animali: qui, un safari è d’obbligo. E avvistare giraffe, leoni e ghepardi non è un’eventualità rara.

E se è proprio gli animali, che si intende vedere, c’è un posto su tutti che in Botswana merita una visita: è il Parco Nazionale del Chobe, che non è il più grande del Paese ma è sicuramente il più famoso (nonché uno tra i più celebri parchi africani). Il motivo? La varietà e l’abbondanza della sua flora e della sua fauna. Di tutta l’Africa, questo è il luogo in cui si trova la più alta concentrazione di elefanti, ben 120.000 esemplari. Ma non solo: ci sono anche ippopotami, giraffe, gnu, antilopi. Solo, se si decide di organizzare un safari qui, è bene seguire la profilassi antimalarica: in tutta l’area del parco la malaria è infatti presente.

Cosa vedere in Botswana: il Parco Nazionale di Chobe

Un altro splendido luogo che, per chi arriva in Botswana, è d’obbligo, è il delta del fiume Okavango. Un delta che è uno tra i più grandi del pianeta, e che si compone di infiniti canali, lagune e piccoli bacini. È sulle sponde di questo splendido fiume che si estende la Moremi Wildlife Reserve, con la sua ricchissima vegetazione e i volatili che riempiono ogni angolo di colore. Qui, si può dormire all’interno di una tenda circondati dalla natura più selvaggia: l’emozione è incredibile, ma richiede un po’ di coraggio.

Cosa vedere il Botswana: il delta del fiume Okavango

Se poi voleste vedere luoghi ancor più selvaggi, il posto giusto è il Makgadikgadi Pans: soprannominato “il grande nulla“, si compone di due gigantesche despressioni in memoria di un antico lago oggi scomparso. A vederlo, pare un posto completamente desolato, ma in realtà nasconde un ecosistema unico: l’acqua piovana, trattenuta, favorisce qui la crescita di una vegetazione fitta e bassa, in mezzo a cui si nascondono fenicotteri, pellicani, oche e uccelli di numerose specie.

Cosa vedere in Botswana: Makgadikgadi Pans

Infine, il deserto Kalahari: il Botswana è coperto per il 70% da sabbia rossa, andando a creare una scenografia che lascia i turisti senza fiato. Alte dune e sconfinate distese si susseguono, alternandosi a foreste e a savane, casa di facoceri e di giraffe, di antilopi e di ghepardi, di iene e di leoni.

Alla scoperta del Botswana, tra avventura e meraviglie naturali