Cosa vedere e l’offerta culturale di Aquileia, candidata a Capitale Italiana della Cultura 2018

Aquileia è una città dal ricco fascino medievale, piena di siti storici d'alto interesse artistico e culturale. Scopriamola insieme

Aquileia è un’antica cittadina, tra le più ricche dell’ormai scomparso Impero romano. In quei tempi fu un’importante centro commerciale tanto che si guadagnò il titolo di “Seconda Roma”. Oggigiorno è una cittadina di poco più di 3000 abitanti nella provincia di Udine. Aquileia riuscì a sopravvivere al passaggio di Attila, il terribile re degli Unni che devastava tutto sul proprio cammino. Per visitare questa cittadina servono almeno due giorni e ogni itinerario turistico inizia dalla Basilicata di Santa Maria Assunta.

Entrata nel Patrimonio dell’Umanità UNESCO nel 1998, la grande costruzione è un sito archeologico d’importanza mondiale. Tutt’ora ci sono diversi scavi nella zona e ogni tanto spuntano fuori scoperte clamorose e uniche. Lo stile di costruzione è romanico, ma ci sono degli elementi gotici apportati in età più tarda. L’interno è costruito a modo di croce latina con ben 3 navate e un presbiterio particolarmente alto in paragone alle altre costruzioni simili dell’epoca. Gli affreschi della Basilica sono considerati delle vere opere d’arte mentre nelle due cripte regna un’atmosfera di assoluta pace e tranquillità.

Vicino all’edificio c’è un campanile molto antico, costruito nell’undicesimo secolo d.C. e alto più di 70 metri. Subito dietro alla Basilica di Santa Maria Assunta si può vedere il Cimitero degli Eroi. Costruito nel 1915 e composto da eleganti croci in ferro e in bronzo, rappresenta una meta turistica culturale davvero molto importante. A pochi metri dalla Basilica, che forma, appunto, il centro cittadino, sorge il Palazzo Meizlik. Si tratta di una galleria d’arte contemporanea. Quest’ultima ospita 4 sale nelle quali, periodicamente, si svolgono diverse mostre.

Vicino al Palazzo Meizlik si trova il Museo Civico del Patriarcato. Si tratta di uno degli edifici di maggior rilevanza storica all’interno di Aquileia. Esso raccoglie i reperti archeologici della zona, ospita delle opere d’arte d’importanza mondiale e include anche un archivio con i vari documenti. E nel centro storico di Aquileia c’è anche la Casa Bertoli, il cui nome deriva da Gian Domenico Bertoli, un saggista del Settecento. La costruzione risale alla fine dell’undicesimo secolo d.C. Da visitare sono anche le Terme, il Sepolcreto, il Foro romano, costruito tramite editto di un imperatore, la Basilica dei patriarchi e i Resti del Circo Romano.

Cosa vedere e l’offerta culturale di Aquileia, candidata a Capit...