Cosa vedere a Spoleto

Su cosa vedere a Spoleto, in Italia, è possibile discuterci molto. La cittadina è ricca di importanti siti storici dell'epoca medievale

Cosa vedere a Spoleto? Probabilmente è questa la domanda più importante di molti turisti stranieri che fanno capolino in Umbria . La piccola cittadina risale ai tempi medievali e da quell’epoca trae tutto il proprio fascino storico. Nel suo passato storico Spoleto è stata la capitale dei duchi longobardi, che in questo luogo hanno costruito molti edifici storici di rilevante importanza. La ricchezza del patrimonio artistico cittadino è universalmente riconosciuta nel mondo, tanto da rappresentare una meta di viaggio importante per molti turisti stranieri.

Vista l’enorme gamma di edifici d’interesse storico-artistico presenti sul territorio cittadino, spesso sorgono dei dubbi su cosa vedere a Spoleto . È consigliato iniziare la scoperta di questa magnifica cittadina dalla cosiddetta Rocca Albornoziana. Durante la sua storia questo edificio ha ospitato diversi papi e governatori di Spoleto. È il simbolo della città ed è anche il posto in cui si sono verificati gli eventi storici di maggior interesse. Nei pressi della Rocca Albornoziana si trova un altro importante edificio.

Si tratta del Ponte delle Torri, un ponte medievale lungo all’incirca 230 metri con un’altezza di circa 80. Quest’ultimo ha il compito di unire la Rocca al Monteluco. La sua origine risale al 1200. Scendendo dalla Rocca è consigliato visitare il Teatro Romano, risalente al I secolo d.C. Ancora oggi questo sito viene utilizzato per spettacoli di vario genere. Oltre a questo, cosa vedere a Spoleto? Immediatamente dopo il teatro è possibile imboccare la via Monterone, proseguendo in avanti fino a giungere all’incrocio.

Sulla propria destra i turisti troveranno il Palazzo Mauri, in cui oggi c’è la biblioteca comunale. Sulla sinistra, invece, è possibile vedere la chiesa di Sant’Ansano, con la Cripta di Sant’Isacco. Non troppo lontano dal posto sorge il Palazzo Leti Sensi, che in passato ha ospitato il Consorzio della Bonificazione Umbra. Ora il Palazzo è utilizzato prevalentemente per le mostre di vario genere. Infine si giunge in Piazza del Duomo, sulla quale è costruita la Cattedrale di Santa Maria Assunta. Si tratta di un gioiello d’architettura romanica risalente ai primi secoli del II millennio. La cattedrale ospita dei capolavori d’ arte, come gli affreschi di Filippo Lippi.

Cosa vedere a Spoleto