Cosa fare a Muscat: diving e trekking in Oman

Itinerario di visita di Muscat, la capitale dell’Oman, tra passeggiate, relax e immersioni sulla costa, shopping nel suq e movida in città.

Le tante opportunità di avventura con le immersioni, il trekking o le corse in mountain bike. E poi lo shopping nei suq o il relax nelle tante spiagge, prima di godersi la movida della città. Tutto questo è Muscat, per una vacanza da sogno. In questa guida scopriremo luoghi, attrazioni e servizi che potrete apprezzare durante il vostro viaggio in Oman.

Innanzi tutto, nella capitale dell’Oman ci sono tanti percorsi per gli amanti del trekking, alcuni proprio nei pressi della città, come il sentiero C38, che trasporta il turista lontano dalla moderna Muscat e offre panorami mozzafiato delle strepitose montagne dell’Oman. Il sentiero inizia al Riyam Park e segue un antico percorso che veniva usato già più di 5 mila anni fa dai minatori che abitavano un villaggio abbandonato e arriva fino a Mutrah Souq. Per la percorrenza di tutto il tragitto è necessaria un’ore a mezza o due. Ci sono poi i sentieri C52 e C53, semplici, che offrono bellissimi panorami.

A Muscat avrete la possibilità di fare delle immersioni. Informatevi presso il Blue zone Diving, che offre escursioni sul mare e numerosi corsi di immersioni, oppure all’Oman Dive Center, centro gestito da tedeschi che organizza gite immersioni e corsi per ottenere la certificazione Padi (Professional Association of Diving Instructos). La spiaggia privata è aperta di giorno ai turisti ed è possibile passare la notte in uno dei bungalow sulla spiaggia. Oppure all’Omanta Scuba, un centro che organizza gite e immersioni, corsi per la certificazione Padi e gite per avvistare i delfini: le principali destinazioni sono le isole Damaniyat, Fahal Island e Bhandra Kharan.

Tante le piste per le corse in mountain bike. Con tanti percorsi Muscat ha conosciuto un rapido sviluppo delle sue piste ciclabili, specie per mountain bike sui vicini monti: c’è Bike Oman che organizza ogni settimana escursioni (il giovedì). Ogni estate la compagnia organizza escursioni anche in notturna (il lunedì). In alternativa, rivolgetevi all’Oman Bicycle Shop: le bici possono essere noleggiate qui per un giorno, una settimana e anche per periodi più lunghi.

A Muscat c’è anche una vivacissima vita da spiaggia. Nella maggior parte delle spiagge private (specie in quelle degli alberghi) è consentito indossare costumi da bagno occidentali; in quella pubbliche invece il turista è tenuto a rispettare i costumi e le usanze previste dalle norme dell’Oman. Le donne sono tenute a indossare un costume a pezzo unico e gli uomini a indossare un costume a braga lunga; entrambi sono inoltre tenuti a tenere coperte le spalle e le ginocchia finché non si è esattamente sulla spiaggia.

Potrete scegliere tra la spiaggia pubblica di Qurum e quella di Marjan. Nella prima non ci sono attrezzature se non docce aperte. La spiaggia è pulita e ben tenuta e c’è la possibilità di noleggiare moto d’acqua ed è affollata nei week end. Sempre a Muscat, c’è la spiaggia pubblica di Marjan poco frequentata durante il giorno e affollata durante la prima sera; ci sono piccole barriere coralline a poca distanza dalla costa della capitale dell’Oman, adatte anche per lo snorkeling, pesci pagliaccio e tartarughe marine possono essere avvistate.

La spiaggia pubblica di Al Ghubrah è una spiaggia per famiglie, con tavoli da pic nic. Durante la sera nella zona vicino agli impianti di desalinizzazione ci sono numerosi food truck (camioncini che vendono cibo) che offrono carne e pesce alla griglia e altri piatti a buon prezzo. La spiaggia pubblica di Seeb è molto lunga e con alcune parti molto affollate e altre accessibili solo con fuoristrada. Infine, la spiaggia di Muscat chiamata Al Bustan offre ottimi panorami sulle montagne dell’Oman, che si trovano dietro la spiaggia.

Per gli amanti del birdwatching ci sono tante aree per l’avvistamento dell’avifauna, intorno a Muscat. Su tutte Al Ansab Wetlands, apprezzatissima area di osservazione dell’Oman. Circa 3 mila specie esemplari di avifauna che possono essere avvistati qui, durante i periodi migrazioni.

Muscat offre tante opportunità per lo shopping. Per gli acquisti c’è il Mutrah Souq, descritto come uno dei mercati più belli di tutto il Golfo, con numerose bancarelle che regalano al mercato l’aspetto labirintico, che ha numerosi negozi di gioielli, oggetti dell’artigianato dell’Oman e cibi tradizionali. Potrete comprare alcuni tra i più ricercati mussar ricamati a mano (scialli destinati a essere indossati come turbanti), indumenti, noci, spezie incenso e terracotta.

Per divertisti c’è la Royal Opera House Muscat, splendido edificio che offre una vasta gamma di spettacoli, tra cui concerti di musica classica, araba e occidentale e jazz e flamenco, spettacoli di danza classica e moderna. La capitale dell’Oman ha anche una movida particolarmente vivace. In ogni strada è possibile trovare una caffetteria, spesso molto semplice, ma se si è in visita nella città sicuramente vale la pena entrarci almeno una volta. Succhi di frutta freschi possono essere acquistati in una delle tante bancarelle.

Fuori da Muscat, nell’interno dell’Oman, ci sono altre meraviglie che vi aspettano. A Nizwa, potrete partecipare a escursioni sui magnifici Monti Hajar. Di grande interesse le fortezze sparse nell’area di monti dei siti Unesco di Bat, Al Khutm e Al Ayn. Oppure la spettacolare Wadi Shab, un canyon in cui scorre un torrente. Bellissima anche la zona di Sohar per immergersi nel mare e ammirare la magnifica costa omanita da un’altra prospettiva.

Tra gli eventi il Festival di Muscat che si svolge a gennaio nel parco davanti al lungomare di Qurm a cui partecipano tante persone provenienti da tutto l’Oman. Vengono allestiti stand che espongono oggetti di artigianato locale e prevede danze folkloristiche e esibizioni di acrobati.

Cosa fare a Muscat: diving e trekking in Oman