Cosa fare nella capitale della Namibia e dintorni: oasi e canyon

In vacanza nella capitale della Namibia: i meravigliosi parchi dei dintorni di Windhoek e gli angoli verdi della città.

Natura incontaminata, tra oasi, animali selvatici e cascate termali. L’ideale per una vacanza in relax tra bagni caldi e l’osservazione degli animali, o all’insegna dell’avventura tra scalate sulle rocce, escursioni nei canyon o nelle foreste. Tutto a Windhoek, la capitale della Namibia, uno dei Paesi più affascinanti dell’Africa che vi aspetta per la vacanza dei vostri sogni.

Situata tra le colline del Khomas Hochland, la riserva Daan Viljoen Game Park è considerata un vero e proprio santuario per il game viewing, cioè l’osservazione degli animali. Dal momento che questo parco non è abitato da grandi predatori presenti in altre zone della Namibia si possono effettuare escursioni a piedi seguendo sentieri tracciati. L’ideale per le famiglie e viaggi aziendali i visitatori trovano abbondante fauna selvatica. I visitatori possono camminare attorno al parco e ci sono due sentieri ben segnalati. È consentita la mountain bike.

La vegetazione di questo parco non lontano dalla capitale è costituita da 61 famiglie vegetali, 205 generi e 301 specie anche autoctone della Namibia. Alcune piante comuni includono l’acacia di spina di montagna, l’albero del cammello, l’acacia di spia di bufalo, il karee, la spina di tromba e il cespuglio di canfora.

Non ci sono grandi predatori nella riserva naturale di Daan Viljoen, ma l’oryx, lo gnu, l’hartebeest rosso, il saltarupi, la zebra, l’impala, la giraffa e il kudu camminano liberamente. La riserva della capitale è una meta per il birdwatching: ci sono oltre 200 uccelli autoctoni della Namibia. Qui troverete il rock runner, lo shirke a coda bianca, il braccialetto di Monteiro, il pappagallo di Ruppell e la capra. Scatole nidifiche sono state costruite in diversi punti del parco, in virtù di un progetto studiato con esperti di Gran Bretagna, Stati Uniti e Danimarca.

Per raggiungerlo da Windhoek occorre prendere la C28 verso ovest per circa 15 chilometri; l’uscita per il parco è chiaramente indicata mentre l’ufficio del parco è dopo altri 2,5 chilometri. Se a fine giornata non volete tornare nella capitale, sono disponibili bungalow con camere, frigorifero e un focolare esterno. È presente un ristorante, dove provare la cucina della Namibia, un chiosco e una piscina.

Fuori dal centro della capitale della Namibia c’è il centro termale di Barmen Hot Springs. Si trova sulle sponde di un affluente del fiume Swakop e la sua sorgente termale fornisce acqua sia alla sala termale interna che alla piscina esterna. Si tratta di acqua ricca di fluoruro e solfato che sgorga da una temperatura di circa 65°C. La piscina termale interna ha una cascata artificiale sotto la quale ci si può far massaggiare i muscoli, la temperatura dell’acqua qui è di 40°C. Nella piscina esterna la temperatura dell’acqua è invece di 25-29°C.

Per raggiungere queste sorgenti termali dalla capitale, prendere l’uscita che si trova a poca distanza dall’entra sud di Okahandjia sulla B2. Seguite la strada 87 fino a raggiungere l’uscita posta 25 chilometri oltre; ci si può sistemare in un bungalow o nei campeggi attrezzati con cucine da campo.

Sempre uscendo dalla città c’è Spitzkoppe, la meta per i fanatici della scalata: si trova a metà strada tra la capitale e Swakopmund e viene spesso chiamata “il Cervino della Namibia”. Se si lascia Windhoek e si viaggia in direzione sudovest, le diverse strade che uniscono la regione centrale alla costa offrono panorami spettacolari. La più famosa altitudine è quella del passo del Gamsberg che discende dell’altipiano e attraversa il destro del Nambi, passando per il fiume Kuiseb e il canyon Kuiseb.

Nel cuore della capitale, visitate il National botanical Gardern. Istituito per proteggere la flora della Namibia è un centro educativo e ricreativo per tutti i namibiani e i turisti che visitano il Paese. Seguendo i sentieri segnati, si potranno vedere le piante più comuni accompagnate da una breve descrizione. Il giardino vanta una delle più dense coltivazioni di Aloe littoralis simbolo della città di Windhoek meravigliosi esemplari di Euphorbia virosa (piede di elefante) e di Pachypodium lealii (“albero della bottiglia”. Il giardino botanico è aperto dal lunedì al venerdì.

Situato nel centro della città, lo zoo di Windhoek è un’oasi verde e d’acqua particolarmente cara ai namibiani per i quali sono davvero due cose preziose. Questo parco della capitale ospita il padiglione cinese che simboleggia l’amicizia della Namibia con il popolo di Shangai e il Witbooi memorial che commemora i caduti delle battaglie tra le Schutztruppe e (l’esercito coloniale tedesco e i Nama comandati dal lor leggendario capo, Hendrik Witbooi).

Cosa fare nella capitale della Namibia e dintorni: oasi e canyon