Castello di Presule, capolavoro gotico nel cuore dell’Alto Adige

L'Alto Adige ospita ben 800 castelli e, tra questi, vi è il Castello di Presule: ecco cosa rende speciale questo maniero nel cuore delle Dolomiti

Nel cuore delle Dolomiti, e più precisamente nell’altipiano dello Sciliar, il Castello di Presule è uno degli 800 manieri che in Alto Adige si possono vedere.

Splendido esempio d’architettura gotica, il castello come lo vediamo oggi è frutto degli interventi voluti dal conte Leonhard von Völs, il suo proprietario più famoso. Ma a farlo costruire, nel Milleduecento, furono i signori di Fiè, nobili ministeriali dei vescovi di Bressanone. Tra il 1804 e il 1978 il Castello di Presule cambiò diversi proprietari, alternò periodi di decadenza e restauri, prima di essere acquistato nel 1981 dal Kuratorium Schloss Prösels S.r.l. Oggi è sede di eventi, di matrimoni e di cerimonie, ma è anche aperto al pubblico per visite guidate.

Castello di Presule, capolavoro gotico nel cuore dell'Alto Adige

Dal Castello di Presule, poi, si possono organizzare splendide escursioni. Si può arrivare qui anche a piedi, in un paio d’ore, partendo da Fiè di Sopra e seguendo il sentiero n.6. Oppure, si può raggiungere la fortezza in auto e, dopo una visita, imboccare il Sentiero dei Masi: si segue l’indicazione “Oachner Höfeweg”, si scende verso il maso Flungerhof e – attraversando boschi e castagneti –  si raggiungono i masi Tommele Hof e Gmoaner Hof, affacciati sulla Valle Isarco. E poi altri masi, e altri prati e vigneti, per un tour ad anello percorribile in quattro ore e mezza circa.

Ma è, il Castello di Presule, solo uno tra i tanti che in Alto Adige si possono visitare. Ci sono numerosi sentieri ad hoc, che conducono alla loro scoperta: c’è la Strada dei castelli di Appiano, e c’è il nuovo Sentiero dei castelli di Bolzano. Lungo 20 chilometri, passa da Bolzano, San Genesio e Terlano e regala splendide vedute sui castelli della zona. Lo si può percorrere in ogni momento dell’anno, partendo da ciascuna delle tre località. Ad esempio, si può partire dalla stazione a valle della funivia di San Genesio, per poi proseguire verso le rovine di Castel Rafenstein e verso Cologna, nelle cui vicinanze si trova il rudere di Castel Greifenstein (Castel del Porco). Il percorso conduce poi al Castel Neuhaus, e giù verso Terlano. Alla scoperta di alcuni tra i più antichi castelli dell’Alto Adige.

Castel Rafenstein

 

 

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Castello di Presule, capolavoro gotico nel cuore dell’Alto ...