I più famosi Carnevali d’Europa del 2019

Tra danze sfrenate e culture popolari, non vi è scusa per non celebrare questa festività: ecco dove farlo in Europa

Grande trepidazione per l’arrivo del Carnevale 2019, l’annuale periodo in cui si susseguono feste, balli sfrenati e maschere in un clima goliardico ed eccessivo.

In alcuni luoghi del mondo, nello specifico, in Europa ed in Sud America, gli eventi proposti hanno raggiunto proporzioni mastodontiche, attirando visitatori da ogni parte del pianeta, curiosi di partecipare ad uno degli eventi più pazzi. Ogni città, per tradizioni, cultura e folklore, organizza il festeggiamento in modo diverso, ma la parola chiave è per tutte la medesima: divertimento.

Questo anno il Carnevale sarà a cavallo tra febbraio e marzo, e giovedì grasso, coincidente con l’apertura dei festeggiamenti, cadrà il 28 di febbraio. Il giorno dedicato invece a sfilate ed eventi, come da consuetudine, sarà la domenica e scegliere la meta delle proprie vacanze per questi giorni diventa estremamente difficile. Ogni anno, infatti, le proposte si arricchiscono di elementi sempre più sorprendenti, creando una sorta di competizione tra stati e continenti nel realizzare la più bella festa dell’anno.
Tra questi, spiccano per originalità cinque città, ideali mete per un viaggio all’insegna del divertimento e della cultura.


Carnevale alle Canarie

Canarie

Un mese e mezzo di festeggiamenti che si espandono lungo la costa e nell’entroterra spagnoli, da Lanzarote a Santa Cruz, fino agli eventi in pieno stile sudamericano a Fuerteventura e Gran Canaria. Favorita dalla vicinanza con l’Africa, il suo clima caldo permetterà ai viaggiatori di godere appieno “dell’inverno caldo”, partecipando alle sfilate, ascoltando le musiche degli ambulanti e lasciandosi trasportare da maschere e colori che animano tutta l’isola. La conclusione del Carnevale avviene con “l’entierro della sardina“, la tradizionale sepoltura di un pesce di cartapesta a chiudere i festeggiamenti e riporre le maschere in attesa dell’anno seguente.

Carnevale di Lisbona

Considerato l’antagonista perfetto del Carnevale di Rio de Janeiro, quello di Lisbona, detto anche “dei Villani“, dura cinque giorni, parte dal Parque das Nações ed è l’evento più bizzarro del Portogallo. Luci, suoni e colori animeranno le strade della città, trasformate in veri e propri palcoscenici in cui le maschere potranno lasciare a bocca aperta tra sfilate, momenti di goliardia offerti ai visitatori e costumi strampalati. La giornata più importante, in questo caso, non è la domenica ma il martedì grasso, durante il quale si svolgerà la festa di Entrudo.


Carnevale di Nizza

Grandi festeggiamenti anche in Costa Azzurra, che coinvolge da anni musicisti, ballerini e gente da ogni parte del mondo, per presenziare ad uno degli eventi più famosi d’Europa. La città si trasforma, diventando la culla di luci coloratissime tanto quanto le maschere che sfilano e divertono tutto il giorno. Le strade della città francese presenteranno una serie di immancabili eventi, primo tra tutti, in Piazza Massèna e nella Promenade des Anglais, in cui si svolgerà la “battaglia dei fiori“. Questa, ormai, da anni, vede maschere di ogni genere lanciare dai carri gigli, gerbere e mimose. Un’evento composto da tantissimi micro eventi che si susseguiranno per cinque, instancabili, giorni.

 

Carnevale di Venezia

Venezia

Venezia

Il Carnevale di Venezia è tra le celebrazioni carnevalesche (o Carnoval, in dialetto veneto) più eleganti e raffinate. La sua nascita risale addirittura al 1084 e sono parte integrante della tradizione della Serenissima Repubblica. Celebri sono le maschere del carnevale veneziano: dei veri e propri capolavori di manifattura artistica esportati in tutto il mondo e celebrati dagli appassionati di ogni dove. Il Carnevale di Venezia apre le danze con la storica Festa Veneziana: una sfilata di personaggi mascherati in gondola da lasciare senza fiato. La Festa delle Marie è una delle massime celebrazioni dell’iconico carnevale e l’elezione della maschera più bella rappresenta il clou dei festeggiamenti, che culminano con il Volo dell’angelo sulla folla di piazza San Marco.

 

Carnevale di Putignano

Putignano

Putignano

Giunto alla sua edizione numero 625, il Carnevale di Putignano è il trionfo dei carri allegorici, tutti rigorosamente fatti in cartapesta. La tradizione popolare, infatti, vuole che rappresentati sui carri siano delle figure, in chiave ironica, inerenti a dei temi specifici o che rimandino, in qualche modo, alla tradizione politica e culturale. Nel piccolo paese pugliese, il carnevale inizia già a partire dal 26 dicembre, e dalla celebrazione di Santo Stefano è un continuo susseguirsi di tradizioni e riti sino al 17 gennaio: Sant’Antonio Abate rappresenta l’inizio della festa al ritmo di una dissacrazione sociale sfrenata. Ogni giovedì, infatti, è un gruppo diverso ad alternarsi come vittime designate, a cominciare, immancabilmente, dai Monsignori. L’accademia delle Corna si assicura che tutto fili liscio sino al Martedì Grasso, giorno di chiusura delle celebrazioni con i trecentosessantacinque rintocchi della Campana dei Maccheroni.

I più famosi Carnevali d’Europa del 2019