Canarie fuori stagione: gli itinerari sulle tracce della leggenda

Le Canarie, famose per le splendide spiagge e il mare cristallino, rivelano un lato leggendario e avvolto nel mistero tutto da scoprire

Le affascinanti Isole Canarie sono una meta invidiabile durante tutto l’anno, ma quando da noi le giornate sono fredde, grigie e piovose, diventano la località perfetta per ritemprare il corpo e la mente grazie al sole, al mare e alle temperature primaverili in ogni stagione.

Turismo balneare, certo, ma le sette isole maggiori dell’arcipelago spagnolo non sono soltanto questo: custodiscono, infatti, un ricco e suggestivo patrimonio leggendario che vi permetterà di tuffarvi, oltre che tra le onde cristalline, anche in una dimensione magica introvabile altrove.

canarie

Fonte iStock

Un’aura di magia circonda le Canarie e, a chi sa guardare oltre, potrebbe anche regalare l’emozione di veder comparire San Borondon, l’ottava isola dell’arcipelago che, da secoli, scompare e riappare in un non meglio precisato punto dell’oceano.

Le Canarie, sotto alla bellezza naturalistica, dei resort turistici e delle spiagge dove crogiolarsi al sole, nascondono un’identità leggendaria che si svela tra vulcani sacri, mitiche grotte preistoriche e incantati boschi di laurisilva. Ogni isola sa offrire itinerari imperdibili per chi, oltre che ammirarne e goderne le meraviglie naturali, ama scoprire il folklore, le leggende e la tradizione dei territori.

Partiamo da Gran Canaria, continente in miniatura con ben 60 chilometri di spiagge per tutti i gusti: l’isola, che ha vissuto un grande sviluppo culturale durante il periodo aborigeno, oggi sorprende con l’Itinerario Archeologico del Nord che permette di scoprire siti millenari quali, ad esempio, il Cenobio de Valeron, la Necropoli di Maipes e la Cueva Pintada, e di ammirare tumuli sulla lava e antiche pitture rupestri. Molto affascinante anche andare alla scoperta dei riti magici aborigeni durante gli equinozi.

gran canaria

Fonte iStock

Tenerife, l’isola che regala la possibilità di provare centinaia di esperienze tra le più disparate, scopre il suo lato magico grazie a numerosi miti e leggende che la vedono protagonista: per citarne due e stuzzicare la vostra curiosità, lo sapevate che all’interno del vulcano Teide vivrebbe da secoli rinchiuso il demone Guayota e che Amaro Pargo, pirata nato a La Laguna, avrebbe combattuto contro Barbanera sulle acque dell’Atlantico?

tenerife

Fonte iStock

Fuerteventura custodisce la Montagna Magica, ovvero la Montagna di Tindaya, considerata la porta del cielo dagli aborigeni. Da non perdere il Museo Archeologico di Betancuria, che sa sorprendere con pezzi unici e misteriosi della cultura aborigena.

fuerteventura

Fonte iStock

Lanzarote, l’isola dei vulcani, vi racconterà del mito di Atlantide, della leggenda della principessa Ico e vi inviterà a scoprire il motivo per cui è soprannominata “isola del fuoco e dell’acqua“.

La Gomera, con oltre 600 chilometri di misteriosi sentieri, è l’isola della natura leggendaria dove vivrebbero folletti tra gli alberi frondosi e le acque avrebbero magici poteri curativi.

La Palma, straordinaria per i suoi paesaggi mozzafiato, gli imponenti vulcani e i cieli limpidi, custodisce misteri avvolti nella natura selvaggia: il Parco Nazionale della Caldera di Taburiente protegge la presenza sacra de Roque Idafe, la torre rocciosa considerata l’asse del mondo dagli Auaritas, e il balcone naturale Roque de los Muchacos conserva pitture rupestri e incisioni sacre.

Infine, l’isola di El Hierro, vanta un cielo talmente limpido che permise agli aborigeni di venerare le stelle grazie alla loro arte. Nel territorio di El Sabinar, all’interno del Parco Naturale di Frontera, ancora oggi si ammirano le incisioni rupestri con cui gli antichi abitanti raffiguravano le loro credenze religiose collegate agli astri.

Non vi resta che immergervi nella magia e nelle leggende delle Isole Canarie!

canarie

Fonte iStock

Canarie fuori stagione: gli itinerari sulle tracce della leggenda