L’Arabia Saudita introduce un visto speciale per chi vuole assistere agli eventi

Il Gran Premio E-Prix aprirà le porte dell'Arabia Saudita ai turisti. Oggi ottenere il visto è molto difficile ma questo evento cambierà le cose

Primi passi verso i turisti da parte dell’Arabia Saudita. Ottenere un visto oggi è difficile e costoso ma il Gran Premio E-Prix cambierà le cose.

A partire da dicembre 2018 visitare l’Arabia Saudita sarà molto più semplice, soprattutto in occasione di grandi eventi. Saranno infatti forniti degli speciali visti per quei turisti che intendono prendere parte a particolari manifestazioni sportive, concerti e altro.

Arabia Saudita - Diriyah

Fonte Foto: 123rf

A dare la spinta necessaria è stato il primo Gran Premio E-Prix in Medioriente, ovvero una corsa in strada interamente tra auto elettriche.

 

Si prevede una grande affluenza e i fan da tutto il mondo potranno accedervi con relativa semplicità, ottenendo un visto a tempo, legato all’evento in sé. Il paese continua ad aprire sempre più le proprie porte, così a inizio 2018 era stata promessa una maggior elasticità nella fornitura di visti per turisti.

Allo stato attuale i visti consentiti riguardano unicamente pellegrini, viaggiatori giunti per lavoro e turisti con famiglia. Non propriamente un’apertura totale al turismo, considerando anche la generale difficoltà nell’ottenimento di queste tre tipologie, che risultano anche alquanto care.

Ad ospitare l’E-Race sarà l’antica città di Diriyah, patrimonio dell’UNESCO, e storica casa della famiglia regnante, Al Saud. L’evento avrà una durata di tre giorni e sarà accompagnato ovviamente da eventi musicali e svariate forme di intrattenimento. Una manifestazione che aprirà al mondo le porte dell’Arabia Saudita, nella speranza che il 2019 sia definitivamente l’anno del turismo per il paese, a 360°.

La realizzazione del circuito è stata molto difficoltosa, con organizzatori, amministrazione e UNESCO al lavoro insieme per sfruttare unicamente l’antica rete stradale esistente. Nessun rischio dunque per le storiche strutture, anche se l’arrivo di tantissimi turisti porterà a un ovvio incremento della sicurezza.

Come detto, l’E-Race sta dando una nuova spinta turistica, al punto d’aver annunciato la realizzazione di Amaala, ovvero un resort di lusso lungo la cosa nord-occidentale, con hotel, ville, yacht club e un’accademia d’arte. Un investimento non di poco conto, che va ad affiancarsi al Red Sea Project, un resort che si espanderà attraverso 50 isole, per più di 320 km.

Arabia Saudita - E-Prix

Fonte Foto: Twitter

In merito si è espresso anche il Principe Abdulaziz Bin Turki Al Faisal Al Saud, vice presidente della Saudi Arabia’s General Sports Authority: “Si tratta di un momento storico, che cambierà le cose per l’Arabia Saudita. Qualcosa che condivideremo col mondo. È fantastico che uno sport così futuristico guardi in direzione del nostro Paese”. A partire dal 15 dicembre avrà inizio il grande evento, con i biglietti già disponibili.

L’Arabia Saudita introduce un visto speciale per chi vuole assis...