Alla scoperta dell’isola di Lipsi, in Grecia

Lipsi: tutto su quest'isola dalla natura alla storia, passando per l'architettura e la cultura enogastronomica

Lipsi, nel Dodecaneso, è una piccola isola persa nell’Egeo. Silenzio, pace, tranquillità, piccole spiagge libere, qualche taverna, natura selvaggia, mare cristallino. Poca vita notturna, d’estate turisti solo nei due mesi centrali. Per il resto dell’anno un migliaio di abitanti: questa è la Grecia autentica, un posto di cui vi potreste innamorare perdutamente. Come è successo agli italiani che si sono trasferiti qui.

La superficie di Lipsi non arriva a 16 km², 35 di costa. Situata a 6 miglia a Nord della più grande Leros, si gira a piedi, anche se sono comunque attivi i servizi di taxi per raggiungere le sue bellissime spiagge. Si arriva con il traghetto o con l’aliscafo, da Kos o da Samos. Situata nel Dodecaneso fa parte di un arcipelago che comprende molte altre piccole isole, tra cui le più conosciute sono Leros, Patmos, Rodi, Aspronissi e Macronissi.

C’è un piccolo porto su cui sorgono il villaggio principale e la piazzetta. Se non amate scarpinare vi è la possibilità di affittare degli scooter. Non dimenticatevi di visitare le sue chiese, tra cui la più famosa Panaghia Tou Kharou.

Isola di Lipsi, il porto (foto 123rf)

A Lipsi si ha la possibilità di gustare numerosi ed eccellenti piatti a base di pesce, ma anche le famose torte al formaggio. Non è tutto: la cultura enogastronomica di quest’isola è molto ricca e potrete gustare anche i pomodori essiccati al sole, vini locali, il particolarissimo miele al timo i formaggi tipici: Migithra e Touloumotiri. Potete trovare queste specialità in tutti i ristoranti presenti sull’isola, i più famosi e rinomati dei quali si trovano sul porticciolo e sulla piazzetta principale del paese. Potete comunque trovare ottimi ristoranti anche sulle spiagge di Kakavia e Platis Gialos.

Su quest’isola ci sono alcune spiagge meravigliose tra cui quella di Lientau che è anche quella più vicina al villaggio di Lipsi. Non è certamente l’unica, infatti ve ne sono altre di inestimabile bellezza, come le spiagge di sabbia Kampos e Platis Gialos o ancora spiagge con i ciottoli come la bella Chochlakoura. E ancora: Tourkomnima e Xirokampos, Monodendri e Kamares, che hanno tutte un’impronta squisitamente selvaggia.

Lipsi, il villaggio principale (foto 123rf)

Lipsi vanta una storia molto lunga e antica e sembra che quest’isola del Dodecaneso sia stata da sempre abitata sin dalla preistoria. Questa informazione ci viene dai ritrovamenti di alcune iscrizioni e vasi che risalgono all’epoca classica. Il comune di Lipsi si trova in mezzo all’isola, all’altezza dell’omonima baia. La sua caratteristica maggiore sono le case bianche dai tetti azzurri come quelle che si vedono sulla famosissima isola di Santorini.

La sua autenticità ha conquistato diversi italiani, che qui hanno seconde case. Qualcuno ci vive tutto l’anno. Sarà per questo che per qualcuno è idealmente questa l’isola di Mediterraneo, il film di Gabriele Salvatores, le cui riprese sono state fatte in realtà a nell’isola di Kastellorizo. “Dedicato a tutti quelli che stanno scappando“, era la dedica finale del regista. Scappare qui in fondo non ci sembra una cattiva idea.

1990: Salvatores e la troupe sul set di Mediterraneo a Kastellorizo, dove è stato girato il film (foto Getty)

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Alla scoperta dell’isola di Lipsi, in Grecia