I 10 luoghi da vedere a meno di un’ora da Dublino

La Contea di Meath è una delle più storiche dell’Irlanda e dista pochi chilometri dalla Capitale della Repubblica d'Irlanda

Alle porte di Dublino, a meno di un’ora di strada dalla città, ci sono diversi luoghi che vale assolutamente la pena visitare. Siamo stati a visitare la Contea di Meath, nell’Ireland Ancient East, una delle zone più storiche dell’Irlanda, ma spesso poco frequentata dai visitatori che preferiscono fermarsi in città o puntare dritti verso le più celebri mete turistiche.

Questa zona verdissima ci ha colpiti particolarmente: ruota intorno alla Boyne Valley, scavata dall’omonimo fiume, che ha fatto da sfondo a numerosi eventi che hanno fatto dell’Irlanda l’isola che è oggi. Qui ci sono siti celtici, come Brú na Bóinne, che risale a 5000 anni prima di Cristo, con il tumulo di Knowth, che abbiamo visitato e che è il luogo dove è nato Halloween. Ci sono maestosi castelli Normanni, come quello di Trim, dove è stata scritta la storia d’Irlanda. Ci sono luoghi talmente famosi da essere apparsi al cinema e alla Tv (giusto per citarne uno, “Il trono di spade”). Ci sono antichi villaggi dalle case colorate e che hanno tradizioni gastronomiche che ci hanno riportati indietro nel tempo. Ecco allora i dieci luoghi che abbiamo scoperto e che si possono visitare anche in giornata partendo da Dublino.

Knowth, il più grande sito di Brú na Bóinne

Il tumulo di Knowth è il più ampio del sito archeologico di origine pre-celtica di Brú na Bóinne datato 5000 anni avanti Cristo. Di questo sito fanno parte anche il più celebre Newgrange e Dowth. Con il suo diametro di 95 metri, Knowth si estende su una superficie di circa 5 chilometri quadrati. Si tratta di una serie di 18 colline di varie misure e altezze immerse tra i verdissimi prati irlandesi, anch’esse ricoperte di erba. Alcune sono collegate al tumulo principale che ha due passaggi, ognuno dei quali conduce a due camere funerarie separate. Attorno alle entrate vi sono grosse pietre scolpite con graffiti dalle forme geometriche e astratte il cui significato è tutt’oggi sconosciuto. Dentro i tumuli si svolgevano cerimonie e venivano riposti i resti cremati dei defunti. Nelle epoche successive, sulle colline vennero costruiti persino dei villaggi. È uno dei siti archeologici da non perdere nell’Ireland Ancient East.

La crociera di “Game of Thrones” sul fiume Boyne

Un giorno Ross Kennay, proprietario della Boyne Boats, riceve la telefonata da una persona che chiede di poter girare alcune scene di una serie Tv lungo i canali intorno al fiume Boyne, a bordo di alcune vecchie e tipiche imbarcazioni irlandesi di legno chiamate “currach” ormai in disuso, ma che Ross possedeva ancora. Si trattava del produttore di “Game of Thrones” che, durante le riprese della settima stagione della pluripremiata serie televisiva, era alla ricerca di un set che rappresentasse al meglio il “Mare Stretto” in cui fare navigare Theon Greyjoy diretto ad “Approdo del Re”. È così che sono iniziati i “Game of Thrones Boat Tours” a bordo di vecchie imbarcazioni lungo i canali del fiume Boyne, nella Valle del Boyne che, non solo ripercorrono i luoghi di alcune scene della serie, ma anche luoghi storici, legati alla celebre battaglia del Boyne, e ad alcune leggende irlandesi.

Slane Castle, il castello del Conte Rock

Alle porte di Slane – una cittadina della Contea di Meath che vale una visita – si trova uno dei luoghi più famosi d’Irlanda, il Castello di Slane. Non soltanto è un bellissimo maniero, tuttora abitato dalla famiglia Conyngham (di origine scozzese e insediata in Irlanda nel 1611), le cui sale sono visitabili e dove si organizzano matrimoni e feste varie, ma è famoso perché, ogni estate, da trent’anni, vi si tiene un mega concerto con una star del rock. Nel parco, che può ospitare fino a centomila persone, si sono esibiti gli U2, Bruce Springsteen, i Rolling Stones, Madonna e i più grandi nomi delle musica internazionale. Il Conte Harry, soprannominato “Earl Rock”, ribelle fin da giovane a tutte le convenzioni che il titolo gli imponeva, fin dagli Anni ’70 frequentava Bono, Bruce e compagni ed ebbe la brillante idea di aprire le porte del castello ai suoi amici cantanti e musicisti. Nel 1984 gli U2 vissero sei mesi nel castello per registrare l’album “The Unforgettable Fire” e il salotto venne trasformato in studio di registrazione. La bellissima sala da ballo, dove incombe un gigantesco ritratto di Giorgio IV, fu il set del videoclip del singolo “Pride”. Il ritratto del monarca non è casuale: pare, infatti, che avesse una love story con un’antenata della Conyngham e, per questo motivo, fece aprire una strada diretta da Dublino al castello, strada che tutt’oggi collega le due località che distano 48 km.

Trim Castle, il leggendario castello di “Braveheart”

Affacciato sulla riva del fiume Boyne si trova il castello normanno più grande d’Irlanda, il Castello di Trim. Un imponente mastio di pietra ormai annerita dai secoli e dalle battaglie da cui si è dovuto difendere. Eretto poco dopo la battaglia di Hastings (1066), fu ampliato, modificato, fortificato più volte nel corso dei secoli successivi. Oggi il castello, restaurato e reso agibile, è magnifico e vale assolutamente una visita. Talmente iconico da essere stato scelto da Mel Gibson per girarvi alcune scene del film “Braveheart” nel 1995 di cui fu produttore e protagonista nelle vesti di William Wallace, un eroe scozzese del XIII secolo. Per rappresentare la Scozia dell’epoca, però, l’Irlanda sembrò più adatta, racconta Jimmy che, da volontario, accompagna i turisti alla scoperta del castello che domina una verde vallata attraversata dal fiume alle porte della deliziosa cittadina di Trim.

Drogheda, la città Normanna sul fiume Boyne

A una cinquantina di chilometri da Dublino, Drogheda è un’antica cittadina Normanna attraversata dal fiume. Un tempo era una città fortificata, tra le più grandi mai esistite. Oggi delle antiche porte d’accesso alla città resta solo l’imponente St Laurence’s Gate, con le torri circolari ai lati di un arco. Delle antiche mura resta solo un’altra porzione nella vicina Featherbed Lane. Ma Drogheda ha un altro luogo che vale la pena visitare: la St Peter’s Church. Ospita il santuario – e la testa mozzata – dell’arcivescovo irlandese St Oliver Plunkett, perseguitato da Oliver Cromwell nel XVII secolo. Per il Paese è una figura importantissima. Negli ultimi anni molti “dubliners” si sono trasferiti a Drogheda per la bellezza della cittadina, per la qualità delle vita e per la vicinanza con Dublino, collegata da treni e pullman. Anziché cercare un b&b a Dublino conviene alloggiare qui per risparmiare.

Athboy, dove è nato Halloween

Non tutti sanno che Halloween è una festa irlandese. È a Hill of Ward, un sito nei pressi di Athboy che sono stati ritrovati i resti di fuochi risalenti all’era pre-Cristiana che venivano accesi per la festa di “Samhain”. Per i Celti questa festa, che iniziava all’ora del tramonto del 31 ottobre e durava fino al calar del sole dell’1 novembre, rappresentava un rito importante che segnava il passaggio dalla luce all’oscurità, in quanto coincideva con la fine del raccolto e l’inizio dell’inverno. Per celebrare le origini (vere) di Halloween, nel 2019 è nato il Púca Festival, che si tiene proprio ad Athboy, una festa che dura tre giorni con parate per le strade cittadine, cene nel vicino castello di Slane e musica all’aperto. Proprio per la vicinanza ad alcuni luoghi simbolici irlandesi, la cittadina di Athboy, nella Contea di Meath, è un ottimo punto di partenza per visitare alcuni dei luoghi più famosi dell’Ireland Ancient East.

Il luogo della battaglia del Boyne

È stata la guerra più importante combattuta in Irlanda e, chi desidera fare un viaggio in questo Paese, dovrebbe assolutamente conoscerne la storia e visitare il sito dove si svolse la battaglia del Boyne nel 1690, a una cinquantina di chilometri da Dublino. Fu la battaglia che vide da una parte James II Stuart, che voleva riconquistare l’Inghilterra, e dall’altra Willliam III che vinse astutamente la battaglia e rispedì James in Francia. Il Battle of the Boyne comprende il terreno di battaglia, attraversato dal fiume Boyne, e un Visitor Centre all’interno del quale si trova il museo. L’esposizione permanente è ospitata in un antico edificio, la Oldbridge House costruita nel 1740.

Visita alla Slane Irish Whiskey Distillery

Il whiskey irlandese è famosissimo. E il terreno fertile e le acque pure della Valle del Boyne rendono questo territorio perfetto per la distillazione. In passato, molte distillerie si erano stabilite in questa regione, ma poi sono state chiuse tutte. Ecco perché nelle vecchie scuderie del Castello di Slane, a una cinquantina di chilometri da Dublino, qualche anno fa è stata aperta una distilleria di whiskey. A volerla, il proprietario del castello, Harry Conyngham. Ogni giorno si organizzano tour di un’ora alla scoperta del processo di produzione con tanto di degustazione finale. È meglio prenotare la visita. Ne fa parte anche un locale, aperto tutto il giorno, dove servono pasti e bevande, e lo shop dove acquistare l’whiskey e diversi gadget. La distilleria fa parte del castello e vale assolutamente la pena visitare anche l’edificio una volta giunti qui. Una curiosità: quello irlandese si scrive con la “e” (mentre quello scozzese è senza ovvero “whisky”) per via della tripla fermentazione e del diverso metodo di preparazione.

La storica cittadina Trim

La cittadina di Trim è famosa soprattutto per il castello, una meravigliosa fortezza di origine Normanna scelta da Mel Gibson per ambientarvi alcune scene del film ”Braveheart” nel 1995. Nel Medioevo Trim era una delle città inglesi più importanti. In quello che un tempo era il palazzo civico (la “town hall”) oggi è stato aperto un Visitor Centre che ospita anche una sala museo che racconta la storia della città e conserva alcuni reperti ritrovati in città, spade, armature, elmi e diversi oggetti indossati dai cavalieri nel periodo medievale. Una curiosità: prima che diventasse un museo, questo edificio ospitava band musicali che si esibivano per il piacere dei cittadini. Tra questi, anche gli U2, prima che diventassero così famosi. Trim è attraversata dal fiume Boyne. Da qui partono diversi sentieri lungo il fiume da fare a piedi o in bicicletta e la ”Blueway”, un itinerario di 35 chilometri sull’acqua da fare con la canoa o con lo stand up paddle.

La Listoke Distillery, dove creare il proprio gin

In Irlanda non ci sono solo il whiskey e la birra Guinness. A un’ora di strada a Nord di Dublino, nei pressi della cittadina di Drogheda, nella Contea di Meath, Bronagh e Dave hanno aperto pochi anni fa un’originalissima distilleria di gin dove ogni visitatore può creare il proprio gin e portarselo a casa. I visitatori vengono accolti nella loro casa con un fantastico gin tonic. Dopo un tour guidato per capire il processo di distillazione si prende parte alla “Gin School”: in un’aula vengono messi a disposizione dei partecipanti decine di ingredienti, dalle spezie ai fiori, che si possono mischiare tra loro fino a ottenere un distillato assolutamente personalizzato. Una volta distillato il proprio gin, viene imbottigliato. E il gioco è fatto. Ma prima di ripartire, un altro giro di gin accompagnato da prodotti locali della Valle dei Boyne, dai formaggi ai salumi. Una vera scoperta.

Per raggiungere Dublino, la compagnia di bandiera irlandese, Aer Lingus, opera 40 voli giornalieri diretti da nove aeroporti italiani. Si può bloccare la prenotazione del volo per 24 ore pagando 5 euro, che verranno poi detratti in caso di acquisto del volo entro le 24 ore. Inoltre, consente di effettuare il check-in con un mese d’anticipo, scegliendo così con tutta calma il proprio posto a sedere. Si possono anche acquistare dei Voucher regalo, un bellissimo dono per gli amanti dell’Irlanda. Altre informazioni sulla Contea di Meath sul sito del Turismo irlandese.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

I 10 luoghi da vedere a meno di un’ora da Dublino