Lungo il Sentiero di San Francesco in Alto Adige

Il Sentiero di San Francesco, in Valle Aurina, è un cammino di meditazione, ma peril bellissimo paesaggio che attraversa è un percorso che vale la pena fare

Il Sentiero di San Francesco, Franziskusweg, è un cammino di meditazione, ma per via del bellissimo paesaggio che attraversa è un percorso che vale la pena fare.

Si trova a Campo Tures, in Valle Aurina, e porta fino alla Cappella dei Santi Francesco e Chiara, a 1.166 metri di altitudine, passando dalle bellissime Cascate di Riva, le più famose dell’Alto Adige.

È un cammino piuttosto semplice, lungo poco più di due chilometri. Per percorrerlo ci vuole circa un’ora e mezza. È una piacevole gita che chiunque può fare nella bella stagione, segnalato dalla lettera “T“ (“tau”, l‘ultima lettera dell‘alfabeto ebraico).

Uno degli spettacoli naturali più impressionanti della Valle di Tures sono infatti le Cascate di Riva, che da sempre sono un luogo molto frequentato nella Valle di Riva. Le cascate sono in realtà tre e sono formate dalle acque del torrente Riva che si ingrossa quando il ghiacciaio delle Vedrette di Ries si sgela parzialmente. Sicuramente la più bella cascata delle tre è quella più a monte, con un salto di ben 42 metri, dovuta a una diramazione artificiale del torrente, che lascia a bocca aperta anche grazie a un ponte sospeso sullo strapiombo che si attraversa per arrivare alla fine del sentiero. Alla base della cascata bassa, invece, si trova una composizione artistica che raffigura una delle figure del “Cantico delle Creature”.

Molti visitatori si accontentavano dello spettacolo imponente offerto dalle acque, mentre pochi proseguivano lungo il ripido sentiero verso la rovina di Toblburg. Oltre a uno splendido castello vi si trovavano anche resti di una cappella. Il restauro di questa cappella nel 1982 ha portato alla luce l’idea di allestire un sentiero per renderla più accessibile. Così, tra il 1982 e il 1986 nacque il Sentiero di San Francesco e le parrocchie dei dintorni si impegnarono a realizzare ciascuna un punto di meditazione lungo questo sentiero.

Sono dieci i punti di meditazione – o tappe, per chi non lo percorre a fini meditativi – , una sorta di Via Crucis, che costeggiano il sentiero fino alla cappella. Lungo la via si incontrano bellissime sculture di legno e alcune frasi prese dal “Cantico delle Creature”, motivo per cui qualcuno lo chiama anche “Sentiero dei Cantici”.

Chi attraversa la porta simbolica situata accanto al parcheggio Bad Winkel, da dove prende il via il sentiero, accede a un’esperienza unica, da vivere nel silenzio del bosco, ma anche nel frastuono delle cascate che ben rappresentano la forza della natura.

Poco prima di raggiungere la cappella la salita diventa più ripida, ma il sentiero resta facile grazie ai gradini e alla sua modesta lunghezza, fattibile anche per escursionisti meno allenati. La cappella è aperta sia di giorno sia di notte e, su richiesta, si svolgono funzioni religiose.

Per tornare indietro, si percorre lo stesso sentiero oppure si può prendere il sentiero numero 2A che si trova sul lato opposto della valle.

sentiero-san-francesco-alto-adige

Wikimedia Commons – @Ewald Gabardi

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Lungo il Sentiero di San Francesco in Alto Adige