Nasce una strada che collega Italia e Austria attraverso le Dolomiti

È la prima Alta Via che unisce Italia e Austria in un itinerario alpinistico, storico e turistico

Le antiche vie ferrate sparse lungo le Dolomiti sono state recuperate per dar vita a uno splendido itinerario che corre tra Italia e Austria.

Il percorso, “Dolomiti senza confini“, ha una grande valore alpinistico, storico e turistico. Su quella che è la prima Alta Via transfrontaliera gli appassionati di montagna e di trekking provenienti da tutto il mondo potranno incontrarsi e ammirare luoghi d’incanto.

Il percorso unisce 12 vie ferrate già esistenti, a cavallo tra i due Paesi, e sono nove le tappe praticabili, per gli escursionisti esperti e non.

Tra il Cadore e la Val Pusteria, dalle Tre Cime di Lavaredo alla Val del Gail, da Sesto a Kartitsch corrono antichi sentieri di guerra e trincee della Prima Guerra Mondiale.

Ci si può anche arrampicare sulle pareti Patrimonio Mondiale Unesco raggiungendo i 2.300 metri d’altezza e fare una pausa nei rifugi sparsi tra le province di Belluno, dell’Alto Adige e del Tirolo orientale, come il celebre Rifugio Tre Cime A. Locatelli, il Rifugio Carducci o il Rifugio Comici.

Si tratta di itinerari recuperati e attrezzati che attraversano il Monte Paterno, Torre Toblin, Cima Undici, la Croda Rossa di Sesto, il Monte Cavallino, percorsi creati dagli eserciti italiano e austriaco durante la Grande Guerra.

Inutile dire che si tratta di luoghi incantevoli, dove è la natura a farla da padrona.

dolomiti-sesto

Nasce una strada che collega Italia e Austria attraverso le Dolom...