Liguria: una marcia per le Cinque Terre

Da Riomaggiore e Manarola, da Vernazza a Corniglia passando per Monterosso. Una maratona per riscoprire il fascino delle Cinque Terre

Una marcia che si snoderà tra uliveti, vigneti e castagneti nel mezzo della macchia mediterranea. Sitiamo parlando della maratona di domenica 25 marzo organizzata per ricordare che le Cinque Terre sono tornate a essere uno dei luoghi più belli al mondo. I partecipanti avranno la possibilità di passeggiare lungo viottoli e scale centenarie che fino a qualche anno fa erano le uniche vie di collegamento tra i borghi di questo tratto dell’estremo levante ligure. Un modo, dunque, per godersi il bello di queste terre e per immergersi nei borghi marinari di Riomaggiore e Vernazza e visitare le frazioni collinari di Groppo e Volastra, di Porciana e Pianca, delle vere e proprie oasi naturali.
Lo scopo dell’evento è soprattutto quello di rilanciare le Cinque Terre come luogo di vacanza a seguito dell’alluvione dello scorso ottobre.
Attualmente le strutture ricettive dei borghi di Riomaggiore, Manarola e Corniglia sono già operative, mentre per quanto riguarda Monterosso entro fine marzo saranno ultimate le opere di urbanizzazione primaria. Per Pasqua anche il centro storico e le strutture di Fegina dovrebbero essere operativi.
Nel 1997 le Cinque Terre, insieme a Porto Venere ed alle isole Palmaria, Tino e Tinetto, sono state inserite tra i Patrimoni dell’umanità dell’Unesco.

Liguria: una marcia per le Cinque Terre