San Gimignano, passeggiando tra le torri e i vicoli

In Toscana, sulle colline della Val d'Elsa, sorge uno dei borghi medievali più belli d'Italia

San Gimignano è uno dei borghi medievali più belli della Toscana che sorge sulle colline della Val d’Elsa, a due passi da Siena e Volterra, lungo la storica Via Francigena. Il paese sorse nel X secolo su un una collina che in epoca antica era stata abitata dagli etruschi. San Gimignano è famoso in tutto il mondo per le 16 torri e per le stupende opere architettoniche che si trovano, ancora immacolate, all’interno delle sue mura. Tutti questi elementi carichi di suggestione, uniti alle specialità enogastronomiche come la Vernaccia e lo zafferano, spingono ogni anno milioni di turisti a visitare questo splendido borgo medievale.

San Gimignano prende il nome da Geminiano, il Vescovo di Modena che venne invocato dagli abitanti del paese nel corso delle invasioni barbariche e che, secondo la leggenda, sarebbe apparso sulle mura cittadine salvando il borgo. Storicamente il periodo più importante, nonché quello di maggior splendore economico del paese, è quello a cavallo tra il XII e il XIII secolo nel corso del quale vennero erette le torri, simbolo del potere cittadino, che nel periodo d’oro arrivarono ad essere ben 72 tra torri e case-torri. Il centro storico di San Gimignano è stato dichiarato Patrimonio dell’Umanità dall’Unesco, e ancora oggi conserva l’aspetto Due-Trecentesco che è riconosciuto dagli storici come uno dei migliori esempi di organizzazione urbana medievale.

Tra le torri di San Gimignano la più importante è sicuramente la Torre Rognosa, conosciuta anche come la torre dell’Orologio (o torre del Podestà) che venne eretta intorno al 1200 e con i suoi 52 metri è la seconda più alta della città dopo i 54 metri della Torre Grossa. La Torre Rognosa si eleva nella bellissima piazza del Duomo direttamente sopra il palazzo vecchio del Podestà ed è una delle meglio conservate di San Gimignano.

Merita una visita anche il Duomo di San Gimignano, la Chiesa principale del paese che risale all’epoca romanica, che con la sua facciata spoglia si affaccia sulla piazza del Duomo, il fulcro della vita cittadina in epoca medievale. Di notevole interesse è anche la piazza della Cisterna, una delle due più belle del paese, che con la sua forma triangolare sorge all’incrocio tra le due vie principali del borgo che prende il nome dalla cisterna per l’acqua costruita nel 1287 e nella quale sorge uno stupendo pozzo in travertino su piedistallo ottagonale.

Dal punto di vista enogastronomico il paese è famoso in tutto il mondo per la buonissima Vernaccia di San Gimignano, uno dei vini bianchi più prestigiosi d’Italia, che è controllato e garantito dal marchio DOCG. La Vernaccia viene prodotta nelle campagne circostanti fin dal 1200. Tra le eccellenze di San Gimignano figura anche il prezioso zafferano che veniva coltivato già nel medioevo e che è stato riconosciuto dal marchio DOP.

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

San Gimignano, passeggiando tra le torri e i vicoli