Amandola e Scanno, i due nuovi borghi Bandiera Arancione del Centro Italia

Sono ora 241 i comuni eccellenti da visitare e che possono fregiarsi della Bandiera Arancione. Amandola e Scanno entrano in questa lista davvero speciale

Il centro Italia può fregiarsi di due nuovi borghi con Bandiera arancione del Touring Club Italiano. Si tratta di un marchio di qualità turistico-ambientale pensato dal punto di vista del viaggiatore e della sua esperienza di visita.

La Bandiera arancione viene assegnata alle località che non solo godono di un patrimonio storico, culturale e ambientale di pregio, ma sanno offrire al turista un’accoglienza di qualità, ed è uno strumento di valorizzazione del territorio. Sono ora 241 i Comuni eccellenti da visitare, per un weekend o unendoli in un itinerario più ampio. Amandola, nella provincia di Fermo, e Scanno nell’Aquilano sono le due nuove località certificate, ricche di un patrimonio di arte e cultura, immerse in una natura da vivere con attività all’aria aperta adatte anche alle famiglie con bambini, con una varietà di prodotti tipici da gustare e tradizioni da scoprire.

amandola

Amandola ha scelto di ripartire e puntare sul turismo sostenibile come leva per risolleva il territorio che ha subìto gravi danni durante il sisma del 2016. La Bandiera arancione è un incoraggiamento per la comunità locale a proseguire sulla strada intrapresa, fronteggiando alcune problematiche ancora irrisolte derivate dal terremoto, consapevoli delle proprie potenzialità. Il borgo è considerato la” porta est” di accesso al Parco Nazionale dei Monti Sibillini ed è uno dei centri più importanti dell’area montana per le risorse storico-culturali e per le valenze ambientali e paesaggistiche.

Da visitare c’è il centro storico, il santuario del Beato Antonio, il torrione del Podestà e il Museo del paesaggio. Tantissime le attività sportive e all’aria aperta offerte dal territorio, con passeggiate, escursioni in mountain bike, kayak e vela sul lago di San Ruffino. A fare la differenza è stato proprio il centro storico caratteristico e immerso in un contesto naturalistico di grande spessore.

Scanno invece è un’importante stazione di soggiorno estivo e invernale. È uno dei centri più importanti della montagna abruzzese e può contare su un rinomato centro storico ritratto da numerosi fotografi famosi attirati dagli inconfondibili scorci, le scalinate e gli archi. Nella piazza principale si può ammirare la chiesa di S. Maria della Valle, mentre le numerose stradine portano a piazza San Rocco, uno dei punti più caratteristici del borgo con la presenza del palazzo Mosca, il più elegante edificio residenziale.

scanno

Così come Amandola, anche Scanno offre numerose attività all’aria aperta grazie alla presenza del lago a forma di cuore e ideale per windsurf e canoa. Il lago di Scanno è il più grande bacino naturale d’Abruzzo. Nel borgo si può fare riferimento anche al comprensorio sciistico del monte Rotondo e del passo Godi.

La Bandiera arancione è arrivata per il valore e la varietà del patrimonio storico-artistico unito al contesto naturalistico di pregio. La visita al paese è inoltre facilitata dalla presenza di un punto informativo dedicato, ben visibile e segnalato e da pannelli informativi che aiutano a scoprire la località e il territorio. Le tradizioni e i prodotti tipici sono ben promossi e acquistabili in diversi punti vendita del centro storico.

lago di scanno

© Italiaonline S.p.A. 2019Direzione e coordinamento di Libero Acquisition S.á r.l.P. IVA 03970540963

Amandola e Scanno, i due nuovi borghi Bandiera Arancione del Centro&nb...