Viaggiare da soli aiuta l’autostima e libera la mente. Lo dice la scienza

Secondo Proust “L’unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi, ma nell’avere nuovi occhi”

Viaggiare fa bene al cervello. E l’ultima frontiera del viaggio è la vacanza in solitaria. Una scelta che sembra non appartenere più solo a pochi spiriti liberi e ai giramondo alla ricerca di se stessi. Quella che fino a poco tempo fa sembrava un’idea bizzarra, adesso fa tendenza. E uno studio ne conferma i benefici.

‘L’unico vero viaggio verso la scoperta non consiste nella ricerca di nuovi paesaggi, ma nell’avere nuovi occhi’ diceva Marcel Proust. Esplorare nuovi luoghi da soli è il modo migliore per conoscere un posto, un popolo o un continente. Viaggiare da soli fortifica l’autostima e la capacità di apprendimento e la mente è più libera. Se poi il viaggio è in un luogo di mare è anche meglio.

“Viaggiare da soli aiuta le persone ad aumentare la sensazione di avere maggiore controllo sulle proprie vite e sulle proprie azioni. Viaggiare da soli stimola anche la riflessione e aiuta nella scoperta di sé” sostiene la professoressa Constanza Bianchi della Queensland University of Technology, come riporta l’Huffington Post. Lo studio ha confermato i vantaggi, anche psicologici, di questo tipo di vacanza. “È il modo migliore per lavorare su se stessi”, sostiene la Bianchi.

La ricerca pubblicata dall’International Journal of Travel and Tourism Research è stata condotta su un campione di 24 persone appena tornate da una vacanza solitaria durata circa nove giorni e tutte si sono dette soddisfatte dell’esperienza.

Seguire i propri ritmi senza doversi adattare a quelli degli altri, riscoprire una nuova sensazione di libertà, godersi il relax senza l’ansia di dover pianificare uno spostamento di gruppo, aprirsi a nuove esperienze, conoscere nuove persone e scegliere da soli cosa fare e cosa no sono i vantaggi che i viaggiatori solitari hanno apprezzato di più.

Viaggiare da soli aiuta l’autostima e libera la mente. Lo dice l...