Visitare il castello di Christian Dior: quando e come

Castello Dior: riapertura della storica dimora di villeggiatura del celebre stilista francese Christian Dior, a Grasse, in Provenza, nella Francia meridionale

Il Castello Dior è stata la residenza del famoso stilista francese durante gli ultimi anni della sua vita. Di recente la struttura è stata riaperta dopo molto anni. Il Chateau de la Colle Noire è stato completamente ristrutturato secondo i gusti di Christian Dior che amava circondarsi di splendidi ed eleganti giardini fioriti. Il castello sorge in Francia, in Provenza, per la precisione nei pressi di Grasse, la terra dei profumi. Si dice infatti che il celebre stilista francese abbia preso ispirazione proprio dai fiori delle campagne di Grasse per realizzare alcuni dei suoi più famosi profumi, come Miss Dior, Diorama e Eau Sauvage.

I lavori di restauro erano iniziati qualche anno prima della morte dello stilista ma sono teminati solo di recente. La Maison Dior ha trasferito il suo profumiere con tanto di laboratorio proprio nel castello, per studiare le nuove fragranze con le quali creare innovativi e strepitosi profumi. Il castello si trova nel sud della Francia, a 30 km da Cannes. La cena di gala per l’inaugurazione, alla fine dei lavori di restauro, ha visto personaggi celebri del mondo della moda, dello spettacolo e dell’imprenditoria mondiale. Tra questi ricordiamo la famosa testimonial Charlize Theron e Bernard Arnauld, manager a capo del gruppo Lvmh.

La cittadina di Grasse si trova nella terra dei profumi, infatti qui si producono profumi fin dal 1600 e qui sono state elaborate le fragranze della maggior parte dei profumi esistenti oggi in commercio. Oltre ad essere stata un’operazione culturale, il recupero del castello è legato soprattutto al territorio e al business. Il castello non è aperto al pubblico, verrà utilizzato dalla Maison Dior per cene ed eventi importanti legati al celebre marchio di moda. Location perfetta per studiare e lanciare le nuove collezioni di abiti e profumi.

Nelle operazioni di restauro si è cercato di mantenere l’arredo originale, anche se manca ancora qualche dettaglio per riportarlo al vecchio splendore, nello stile Luigi XVI, tanto amato da Christian Dior. La proprietà comprende 50 ettari tutti coltivati con gelsomini e rose di maggio, i fiori prediletti dal grande stilista. La riapertura del Castello di Dior è stata una mossa vincente che rilancia un marchio da sempre competitivo.

Visitare il castello di Christian Dior: quando e come