In questo villaggio si vive come nel vecchio West

Se volete rivivere l'atmosfera del Far West, a Frontier Village, nel North Dakota, si incontrano i veri cowboy

Senza dover entrare nei giganteschi parchi dei divertimenti americani, negli Stati Uniti si può vivere un’esperienza unica e divertirsi con poco. A Jamestown, nello Stato del North Dakota, si trova un’attrattiva che riporta i visitatori all’epoca del Far West.

Frontier Village è un villaggio in stile cowboy che riproduce una comunità dell’vecchio West, con edifici originali dove un tempo vivevano coloni e pionieri giunti in queste zone quando venne costruita la linea ferroviaria.

Il villaggio non è lontano dalla cittadina di Fargo, nel Minnesota, che dista all’incirca 150 chilometri, resa celebra dalla serie televisiva ispirata al film dei fratelli Coen, e che è già diventata una meta turistica molto apprezzata dal popolo dei cinefili.

Il villaggio offre uno spaccato della storia di cowboy, pionieri e mandriani. Questa era una molto terra ricca, bagnata da due fiumi, e offriva ai contadini tutto ciò che era loro necessario per vivere, compresi i grandi pascoli per i bisonti. Tra i simboli Jamestown c’è infatti la scultura a forma di bisonte più grande del mondo. Motivo per cui la cittadina è soprannominata The Buffalo City.

Tra gli edifici originali che si possono visitare nel villaggio western c’è la Kirkpatrick Gallery, un tempo studio estivo e mostra dell’artista James A. Kirkpatrick, donato dall’artista e dalla moglie alla Jamestown Arts Association.

Louis L’Amour è il capanno dello scrittore: incastonato alla fine del villaggio, questo spazio celebra il più famoso nativo di Jamestown, lo scrittore Western Luois L’Amour, reso celebre dai suoi racconti basati soprattutto sul mondo western e da cui sono stati tratti anche film interpretati da John Wayne. Nel capanno c’è la collezione completa dei suoi scritti.

Il deposito ferroviario Northern Pacific Railroad Depot fu costruito nel 1880 e venne utilizzato fino al 1965 può essere ancora visitato.

Il villaggio, con case fatte di legno, porticati e ganci esterni dove un tempo si lasciavano cavalli, ha anche numerosi negozi che vendono oggetti artigianali e souvenir. Nell’anfiteatro all’aperto si svolgono spettacoli dal vivo. Inoltre, si può fare un tour a bordo di una diligenza.

D‘estate, ogni sabato, si svolgono le tradizionali sparatorie per la strada in stile Wild West. Aspettatevi quindi di veder spuntare il Grinta che impugna le sue Colt.

In questo villaggio si vive come nel vecchio West