Come viaggiare in autostop

Viaggiare in autostop potrebbe rivelarsi l’esperienza più entusiasmante di tutta la vita, ecco alcuni consigli

Viaggiare in autostop è un’esperienza avventurosa ed esaltante. Chi si mette in viaggio per raggiungere angoli nascosti del mondo, affidandosi esclusivamente al buon cuore del prossimo, dev’essere dotato di profondo spirito avventuriero, grande affabilità e un mucchio di pazienza.

Nato alla fine degli Anni ’60 tra i figli dei fiori, l’autostop continua a essere diffuso nei Paesi del Nord Europa e degli Stati Uniti soprattutto tra i viaggiatori provvisti di grande ottimismo e profondamente socievoli. L’autostop, infatti, è un vero e proprio gioco di seduzione. Mentre porgete il vostro pollice ai bordi della strada dovrete suscitare, in pochissimi istanti, una serie sensazioni che dovranno convincere l’autista a darvi un passaggio. È un sottile gioco che oscilla tra fiducia e generosità che funziona più spesso di quanto si immagini.

Come preparare l’equipaggiamento
Chi vuole viaggiare in autostop non potrà fare mai a meno di uno zaino capiente e poco ingombrante. Impermeabile e ombrello vi aiuteranno a ripararvi da improvvisi acquazzoni. Camminerete molto, quindi due paia di scarpe comode faranno la differenza. Non dimenticate il sacco a pelo, sarà il vostro giaciglio per buona parte del viaggio. Portate con voi sempre una buona scorta d’acqua e cibo a lunga conservazione e non dimenticate medicine di primo soccorso. Non sarà sempre possibile affidarsi a empori o supermercati. Nello zaino sarà importante inserire anche carta e pennarello per indicare agli automobilisti dove siete diretti. Comprate una mappa dettagliata delle zone che volete visitare, la benedirete.

Le regole fondamentali del buon autostoppista
Evitate di chiedere passaggi in autostrada: è illegale. Sconsigliabile anche chiederli in città, difficile trovare qualcuno che viaggi lontano, perdereste solo tempo. Concentrate gli sforzi nelle stazioni di servizio. Attaccate bottone e mostratevi simpatici. Non sarà difficile trovare qualcuno che vi avvicini alla meta, puntate soprattutto sui camionisti, passano buona parte della vita in viaggio da soli, un po’ di compagnia farà loro molto piacere.

Occhio alla sicurezza, mai chiedere passaggi di notte. Non allontanatevi troppo dai centri abitati. Quando fate centro e qualcuno si ferma, siate sempre gentili, probabilmente sono persone che hanno voglia di compagnia, il minimo che potete fare e intrattenere una buona chiacchierata che arricchirà entrambi.

Come viaggiare in autostop