Fuerteventura: spiagge, mare e natura

Consigli per una vacanza a Fuerteventura, anche fuori stagione

L’isola di Fuerteventura è la meno conosciuta e anche la meno mondana delle Canarie. Seconda per grandezza solo a Tenerife, ha una particolare forma, modellata dalle eruzioni vulcaniche, che la rende unicamente affasciante. Il contrasto tra oceano e deserto, la vicinanza all’Africa e lo splendido mare fanno tutto il resto, riuscendo ad attirare l’attenzione dei turisti più esigenti.

Le vacanze a Fuerteventura sono un mix perfetto tra relax, vita di mare, scoperta di luoghi caratteristici e sport d’ogni sorta. Sull’isola ci sono tantissime attrazioni, tra cui incredibili piscine naturali. A Los Charcos, El Cotillo c’è una spiaggia di sabbia bianca con lagune naturali, nel comune di La Oliva. Un luogo molto tranquillo, il posto ideale per le famiglie. Playa del Puertito, Isla de Lobos è raggiungibile solo in barca, il tragitto è molto breve. Un luogo veramente incantevole in cui tuffarsi con piacere.

I paesaggi vulcanici sono molto affascinanti. Il vulcano più famoso è quello di Tindaya. Tuttavia è degna di nota l’intera Penisola di Jandía, uno dei primi edifici vulcanici delle Canarie risalente a oltre 20 milioni di anni fa. Vi consigliamo un tour tra i vari coni vulcanici. Altri spazi vulcanici di rilievo sono Malpaís de Arena e Isola de Lobos. Fate un salto nel passato e nella storia. Nel piccolo paesino di Betancuria, abitato da sole 685 anime. Si tratta del primo nucleo abitato fondato dai colonizzatori spagnoli. La città è particolarmente interessante anche dal punto di vista naturalistico.

Il Parco Nazionale delle Dune di Corralejo è una delle attrazioni più conosciute di Fuerteventura. Camminare tra le dune è un’esperienza assolutamente da non tralasciare durante una vacanza sull’isola.

A Fuerteventura è possibile praticare numerose attività, al di là di quella più amata: distendersi al sole. Qui si possono fare tutti gli sport, d’acqua e non. Sull’isola ci sono vari campi da golf, il luogo ideale per gli amanti di questo sport. Ma a Fuerteventura è anche possibile praticare immersioni, vela e kitesurf.

Non solo attività sportive, ma anche tante escursioni per scoprire l’affascinante cultura del popolo delle Canarie. Ci sono dei luoghi perfetti da dove è possibile scrutare le stelle. L’osservazione degli astri, da soli o con una visita guidata, è una pratica molto diffusa e possibile grazie alla posizione privilegiata dell’isola e al suo cielo quasi sempre limpido. Non tutti sanno che da qui è possibile ammirare la Croce del Sud.

Pensate di essere degli avventurieri, ma allo sesso tempo avete un po’ paura di cimentarvi in attività estreme? Nessun problema. Vi consigliano un’escursione con il cammello. Se alla sabbia preferite il mare allora un giro a bordo di un sottomarino fa per voi, alla scoperta dei pesci e del mondo degli abissi. Infine, pratica molto comune è il tour dei luoghi più belli dell’isola in quoad o buggie.

Come raggiungere Fuerteventura
L’aeroporto di Fuerteventura è situato nei pressi della capitale Puerto del Rosario, dista 10 minuti da Caleta de Fuste ed è direttamente sul mare. Da lì potete raggiungere il centro della città in taxi. I prezzi verso le destinazioni più popolari sono esposti. Per esempio fino a Parco Olandese si pagano 20 euro, fino a Spiaggia Oliva e Tre Isole 30 euro, fino a Caleta de Fuste 9 euro e fino a Tarajelejo 42 euro. Se preferite prendere l’autobus ce n’è uno, il numero 3, che va da Puerto del Rosario a Caleta de Fuste e si ferma anche all’aeroporto. L’autobus parte ogni 30 minuti. La linea 10, invece, parte ogni ora dalla capitale e arriva fino a Morro Jable, passando per l’aeroporto.

Fuerteventura: spiagge, mare e natura