In vacanza spendendo meno di 50 euro al giorno. Ecco dove

I Paesi consigliati dall'Huffington Post se si vuole risparmiare

Viaggiare, si sa, può essere un lusso. Eppure è una delle cose più belle del mondo. Ben vengano, allora, i consigli per poter risparmiare. Di Paesi dove riuscire a spendere ancora poco ce ne sono. Ma l’Huffington Post ha stilato una classifica dei sei Paesi più abbordabili tra tutti, dove andare in viaggio adesso costa meno di 50 euro al giorno.

Isole Fiji
Questo paradiso terrestre sarà la prossima destinazione di molti. Infatti, molti sono convinti che siano un posto carissimo e destinato a pochi fortunati che se lo possono permettere. Invece non è affatto così. Certo, ci sono moltissimi resort che costano mille euro a notte, ma esistono anche molti alberghi meno pretenziosi ma molto più abbordabili: 25 euro a notte. Il trasporto sulle isole non costa caro e le spiagge (e che spiagge!) sono tutte gratuite.

Cambogia
In realtà metà del Sud Est asiatico potrebbe essere inserito in questa lista, ma la Cambogia è decisamente il Paese più conveniente tra tutti quelli di questa regione. Tutto qui è super economico. Una bellissima stanza d’hotel con aria condizionata e ogni tipo di comfort costa 20 euro. Il cibo locale costa 2 euro e quello straniero non più di 7 euro. Questo Paese è alla portata di tutti e per riuscire a spendere 50 euro bisogna davvero vivere alla grande concedendosi molti lussi. Tra l’altro la Cambogia è un bellissimo Paese, la gente è molto allegra e gentile, le spiagge sono favolose, la natura è rigogliosa e ci sono siti archeologici spettacolari, tra cui il più famoso Angkor Wat.

Portogallo
Uno dei pochi Paesi dell’Eurozona a essere rimasti ancora piuttosto economici è il Portogallo. Qui si trovano alcune delle spiagge più belle del Vecchio Continente, scogliere meravigliose nella zona dell’Algarve, ottima gastronomia e soprattutto bellissime città storiche a prezzi davvero convenienti. Lisbona, per esempio, è una delle Capitali europee più abbordabili se si vuole alloggiare in un hotel a cinque stelle.

Perù
La maggior parte dei turisti viene qui perché attratta dalle rovine di Machu Picchu, ma in Perù c’è molto più da vedere. Si può navigare sul Rio delle Amazzoni, visitare le spiagge deserte e bianchissime di Mancora ed esplorare altri siti archeologici come Moray e Choquequirao. I pasti costano meno di 5 euro, dormire nelle camere dei privati costa 25 euro e ci si può spostare ovunque nel Paese con meno di 30 euro.

Cina
La Cina ha attirato turisti fin dai tempi di Marco Polo. Tuttavia da allora i prezzi nel Paese sono cresciuti parecchio, ma resta ancora una destinazione economica e che offre molte opportunità per chi vuole risparmiare, specialmente se si desidera visitare il Paese oltre le grandi città. Le camere d’albergo costano meno di 20 euro, si mangia con 2-5 euro a pasto e il trasporto locale nelle città costa meno di un euro. La popolazione è gentile, il cibo è fantastico, offre splendidi paesaggi alla portata di tutti.

Corea del Sud
La Corea del Sud si sta aprendo ora al turismo. L’anno scorso sono stati 5.000 gli arrivi nel Paese e si spera che aumentino quest’anno. Il vantaggio di arrivare per primi, comunque, è che i prezzi non sono ancora esplosi. Quindi, se cercate un posto economico eccolo trovato. Per farsi un’idea dei prezzi, una grigliata tipica coreana costa 8 euro, una bottiglia di birra costa meno di un euro.

In vacanza spendendo meno di 50 euro al giorno. Ecco dove