Trekking: tutti i benefici di una passeggiata nella natura

I benefici delle passeggiate sono davvero molteplici soprattutto se il trekking viene praticato in mezzo al verde, all'aria aperta e a contatto con la natura

I benefici delle passeggiate vengono elogiati ogni giorno dagli esperti e dai medici. Recenti studi affermano che fare trekking in mezzo alla natura sia ancora più salutare. Il contatto con l’ambiente naturale ci rende più sereni e ci aiuta a non pensare ai problemi, rilassandoci e allontanando lo stress che ci assilla tutti i giorni. Ritagliarsi un po’ di tempo per sé stessi e dedicarlo a passeggiare all’aperto è un vero toccasana in questa vita frenetica che non lascia mai un minuto libero per staccare la spina dalla routine quotidiana. In tutto il mondo esistono percorsi di svariati chilometri appositamente studiati per praticare trekking nella natura.

Uno di questi è proprio il cretan Way dell’isola greca di Creta, un percorso che si snoda attraverso i sentieri sperduti all’interno dell’isola, zone boschive ricche di flora e fauna, tratti costieri e itinerari che toccano piccoli villaggi dispersi dove il tempo sembra si sia fermato, lontano dalla tecnologia e dal ritmo frenetico della città, un luogo ideale per godere di tutti i benefici delle passeggiate in mezzo alla natura. Molto suggestivo anche il Cammino Inca in Perù immerso nella foresta pluviale o il Routeburn Track in Nuova Zelanda in mezzo a verdi vallate attraversate da fiumi impetuosi.

Una full immersion nella natura più selvaggia del paese. I benefici di lunghe passeggiate si possono subito riscontrare nell’abbassamento dell’ipertensione, nel calo della glicemia, nell’aumento della resistenza fisica e nel miglioramento del tono muscolare, ma il trekking in mezzo alla natura riesce a fare ancora di più, abbassa i livelli di cortisolo nel sangue, un ormone che causa un innalzamento dei livelli di stress psicofisico e produce ansia e pensieri depressivi che sorgono in inverno. Camminare in montagna aumenta i globuli rossi e porta più ossigeno nel sangue.

Camminare ascoltando gli uccellini, la pioggia o le onde del mare consente di raggiungere un tale grado di rilassamento mentale da sentirsi riposati nonostante la fatica spesa durante il percorso. Per ottenere i migliori benefici è consigliabile camminare all’alba o al tramonto e portare, oltre a un abbigliamento adeguato e scarpe comode, una buona scorta d’acqua per non incorrere nella disidratazione corporea. Le passeggiate in mezzo alla natura portano benessere soprattutto a chi vive in città e respira smog tutto il giorno.

Trekking: tutti i benefici di una passeggiata nella natura