Salem, la città della caccia alle streghe

C'è una sola città nel mondo che, ancora oggi, testimonia le persecuzioni: è negli Usa

Era il 5 Dicembre 1484: Papa Innocenzo VIII emette la bolla “Summis desiderantes affectibus”, che ordinava di inquisire sistematicamente, per giustiziare le streghe in tutta Europa. Furono decine di migliaia le persone torturate e bruciate sul rogo. Il fenomeno della caccia alle streghe, risalente alla fine del XV secolo, perdurò fino ai primi decenni del XVIII secolo. In quell’epoca le donne che erano bollate come streghe, ritenute pericolose dalle autorità civili e religiose, furono oggetto di persecuzioni che spesso terminavano con roghi e omicidi. La stessa Chiesa Cattolica ha sempre sostenuto, con documenti più o meno ufficiali, l’esistenza oggettiva di streghe, maghi e stregoni.

In questo ricordo di morte e maledizioni presunte, c’è una sola città nel mondo che, ancora oggi, testimonia questo brutto periodo di persecuzioni e di omicidi. Il suo nome è Salem. Questa città degli Stati Uniti d’America è capoluogo assieme a Lawrence della contea di Essex nel Massachusetts.

Qui la caccia alle streghe iniziò nel 1691, quando alcune ragazze, dedite ad alcune pratiche di chiaroveggenza, dichiararono d’essere state vittime d’un maleficio. Nel gruppo anche la figlia e la nipote del reverendo Samuel Parris, Betty ed Abigail, e Sarah Cole la quale, durante il processo, dichiarò d’aver visto uno spettro. Poi cominciarono le bestemmie, gli stati di trance, gli attacchi epilettici. E questo stato si diffuse in breve tempo anche in altre giovani.

Furono arrestate tre donne: la schiava Tituba, che confessò di essere una strega, la mendicante Sarah Good, e l’anziana Sarah Osborne. Poi il grande boom di persecuzioni avvenne nel 1692: furono imprigionate e giustiziate 20 persone tra cui donne, uomini e bambini. Tutti impiccati, eccetto Giles Corey che non si lasciò processare: morì schiacciato dalle lastre di pietra. Altre 4 persone perirono in carcere. Poi il 12 ottobre 1693 il governatore sciolse il tribunale e istituì una Corte di giustizia che, su 52 deputati accusati, ne assolse 49 e ne condannò 3. Gli ultimi tre uccisi per stregoneria a Salem, quella città che cerca ancora la redenzione dal fluir del tempo.

Salem, la città della caccia alle streghe