Recife, il Brasile più vero: 5 motivi per andarci

Dalle lunghe spiagge ai fondali più belli del Brasile, dai festeggiamenti per il carnevale agli edifici storici senza dimenticare la gastronomia

Recife è una bellissima città del Brasile affacciata sul mare del Pernambuco, uno Stato considerato il fiore all’occhiello del turismo nazionale, e non solo per i 35°C costanti delle sue spiagge e per il verde smeraldo del mare. E’ lo stesso Stato dell’arcipelago di Fernando de Noronha e della cittadina di Olinda, dichiarata Patrimonio Culturale dell’Umanità dall’Unesco.
Recife è una città di contrasti, dove l’antico si unisce al moderno. Portoghesi, spagnoli, olandesi e francesi delle colonie hanno lasciato la loro traccia in città, tra musei, fortezze, ponti, monumenti ed edifici neoclassici. Costruita su canali attraversati da ponti, viene chiamata anche la Venezia del Brasile. Ci sono cinque motivi per andare a Recife: il carnevale, le spiagge di Pina e Boa Viagem, le immersioni subacquee, gli edifici storici e la gastronomia.

1. CARNEVALE
L’inizio ufficiale del carnevale coincide con il tradizionale Galo da Madrugada, il più grande blocco carnevalesco del mondo che, il sabato di carnevale, richiama per le strade di Recife oltre un milione di persone. Nel quartiere antico della città sfilano i gruppi, le scuole di samba e le maschere. Il carnevale inizia tradizionalmente il venerdì e termina il Martedì Grasso, il giorno prima dell’inizio della Quaresima; ma qui le feste di carnevale cominciano già a dicembre.

2. SPIAGGE
La spiaggia di Boa Viagem (Buon viaggio) si affaccia su un mare dalle acque cristalline e tranquille ed è circondata da palme di cocco. E’ considerata una delle spiagge urbane più belle del Paese. Qui si concentra la maggior parte degli alberghi, dei ristoranti e dei locali notturni, oltre ai negozi di artigianato (tipici sono i manufatti realizzati con la tecnica renda de bilro, un ricamo fatto con il fuso) e agli immancabili centri commerciali.

3. PARADISO DEI SUB
Sono oltre cento i relitti sottomarini tra cui immergersi per ammirare i microcosmi che si sono formati negli anni intorno.

4. CENTRO STORICO
I primi insediamenti sono nati nei quartieri di São José e Santo Antônio all’inizio del XVII secolo, quando i francescani cominciarono a costruire un Convento consacrato a Sant’Antonio. Le strade di questa zona sono strette, con viottoli e viuzze tortuose che si aprono, di tanto in tanto, su bellissimi patii. Anche il quartiere Recife è simbolo per eccellenza della storia della città con monumenti e palazzi di grande valore architettonico. Infine, il quartiere Poço da Panela è una zona tradizionale e pittoresca caratterizzata da edifici, case e palazzi ampi risalenti al XIX secolo, epoca in cui la popolazione di Recife l’aveva scelto come località di villeggiatura estiva.

5. BUON CIBO
Degni di un viaggio fino a Recife sono i piatti a base di frutti di mare. I ristoranti della città servono pietanze tipiche della tradizione gastronomica pernambucana, come la frittata di granchio e aragosta, la torta Souza Leão, il pé-de-moleque (un croccante di arachidi) e la buchada de bode, una sorta di trippa a base di stomaco di caprone ripieno di erbe.

Recife, il Brasile più vero: 5 motivi per andarci