Prima volta a Genova: indicazioni e consigli

Siete in visita per la prima volta a Genova? Consigli, suggerimenti e indicazioni su cosa vedere e cosa non perdersi in questa "Superba" città ligure

Genova è una città dalle numerose attrattive perché ricca di influenze storiche e culturali, in cui è possibile ritrovare echi di Napoli e perfino di Marsiglia. Tuttavia se le mete imperdibili sono davvero molte, basta organizzarsi per non perdere neppure un istante della prima volta a Genova con i consigli di questo articolo. A cominciare da come raggiungerla; sconsigliata l’auto, dal momento che Genova (e altre città liguri) è trafficatissima e trovare parcheggio può essere un’impresa.

Decisamente meglio, per gli spostamenti in città, scegliere il treno che sulla via del ritorno potrebbe consentire una rapida sosta in altre città limitrofe al capoluogo ligure. La stazione più indicata è senz’altro quella di Genova Principe. Perché Principe anziché Brignole? Sicuramente per comodità, infatti la prima stazione si trova nelle immediate vicinanze di due delle più celebri attrattive genovesi; Porto Antico che ha conosciuto un vero e proprio revival negli ultimi anni, e l’Acquario.

Se si ha intenzione di visitare l’Acquario è consigliabile partire di prima mattina. Infatti le code all’ingresso sono generalmente molto lunghe, e per visitare tutti i padiglioni della struttura occorrono diverse ore. Inoltre, da Piazza Principe è facilissimo muoversi in città con qualunque mezzo di trasporto; treno, metropolitana, taxi, autobus per raggiungere il Centro Storico. Da via Balbi a via Gramsci, il Centro Storico di Genova – con Cattedrale di San Lorenzo e i “caruggi” che hanno ispirato la musica di Fabrizio De André – trasporta il visitatore in un viaggio attraverso i secoli, in un passato che permea ancora lo spirito della “Superba” città di Colombo.

Ancora, i caruggi e i vicoli possono rivelarsi un’ottima scelta per mangiare in una delle innumerevoli trattorie e osterie caratteristiche, dove si può gustare il meglio che la tradizione ligure ha da offrire; non solo focaccia e trofie al pesto ma, tutta una serie di prodotti tipici come la panissa o le torte pasqualine, che uniscono i gusti più intramontabili della Liguria. Perché la storia di una città passa anche per l’offerta gastronomica. Insomma se ci si trova per la prima volta a Genova, il consiglio è di aggirarsi a piedi fra le bellezze della città con i suoi musei (da quello di Scienze Naturale al Museo del Risorgimento), i castelli storici e le mura, fino alla spianata di Castelletto e ai piedi della Lanterna.

Prima volta a Genova: indicazioni e consigli