Huatulco, il mare del Messico da scoprire

Sulla costa del Pacifico ci sono spiagge bianche e incontaminate, dove prendere la tintarella e fare snorkeling nella barriera corallina

Oltre alla inflazionata Riviera Maya, il Messico offre altre spiagge da sogno, meno conosciute e ancora tutte da scoprire. Le più incontaminate si trovano a Huatulco, un paradiso della costa sud del Pacifico messicano, nello Stato di Oaxaca. Coprono 35 chilometri di litorale, lungo il quale si estendono nove baie meravigliose: San Agustín, Chachacual, Maguey, El Organo, Santa Cruz, Chahué, Tangolunda, Conejos y Cacaluta.

Nel 2005, Huatulco è diventata la prima comunità turistica sostenibile del continente americano e la terza a livello mondiale. In questa zona si trova il Parco nazionale di Huatulco, un’area naturale protetta dal 1998, con centinaia di specie rare.

Le acque tranquille, cristalline e tiepide sono adatte a una vacanza di totale relax. Resta solo da scegliere fra le 36 spiagge, una più bella dell’altra. Le baie di Huatulco sono una combinazione di insenature, calette e barriere coralline che offrono agli amanti delle immersioni un’esperienza indimenticabile. Ma anche chi ama l’ozio resterà di sicuro impressionato.

Nella baia di Santa Cruz si trovano le bellissime spiagge di La Entrega, Yerbabuena e Punta Santa Cruz. La baia di Tangolunda (che nel dialetto locale significa ‘bella donna’) è una delle più affascinanti della zona ed è qui che si trovano la maggior parte degli alberghi e delle residenze private.

A Chahué, oltre alle meravigliose acque blu delle tre spiagge La Esperanza, Tejón e Chahuè, si trova La Crucecita, un paesino tipico messicano con la piazza principale, la chiesa, i negozi d’artigianato e i prodotti regionali. Da vedere, così come la vicina Oaxaca, cittadina montana che racchiude il vero Messico.

Cacaluta, invece, si distingue per l’esuberante vegetazione che fa da confine con la riserva ecologica. E’ il luogo ideale per riposarsi grazie alla sua fresca brezza. La bellezza del paesaggio completamente vergine e l’abbondanza di flora e fauna completano il suo fascino. La baia di Conejos (‘dei conigli’) offre tranquille spiagge con acque calme e trasparenti, ideali per le immersioni, la pesca e il nuoto.

Ha un’ampia spiaggia Maguey. Questa baia offre al turista un paesaggio tranquillo e calme onde ed è l’ideale per praticare lo snorkeling.

A El Organo si trovano bellissime spiagge di sabbia fine. Ma la spiaggia più grande di tutta Huatulco è quella di San Agustin, di fronte all’isola di San Agustin, dalla quale prende il nome, con una vasta vegetazione. E’ l’ideale per le immersioni grazie alla meravigliosa barriera corallina.

Considerata una riserva naturale, Chachacual è altrettanto bella per la barriera corallina e per la ricca vegetazione che arriva fino alle due spiagge di Chachacual e La India. E’ uno dei luoghi preferiti dalle tartarughe golfina per la deposizione delle uova: ogni anno ne arrivano oltre 100mila esemplari e, assistere alla deposizione, è uno spettacolo della natura.

Huatulco ha un aeroporto internazionale, ma il modo più veloce per arrivarci è atterrare a Città del Messico e prendere un volo interno.

Huatulco, il mare del Messico da scoprire