Come affrontare un lungo viaggio in pullman

I lunghi viaggi in bus possono essere molto noiosi, ma con qualche buon consiglio arriverete a destinazione freschi e riposati

Affrontare un lungo viaggio in pullman ha molti vantaggi: è economico e permette di raggiungere destinazioni non coperte da aerei e treni, in più vi farà dimenticare lo stress di doversi mettere alla guida. Ma prima di partire sarà meglio informarvi su alcuni aspetti per rendere il viaggio meno stancante e non essere sopraffatti dalla noia.

Prima della partenza studiate le caratteristiche del bus

Studiate bene il percorso e il numero di soste previste prima di arrivare a destinazione. Se il viaggio è molto lungo e siete insofferenti al chiasso ragionate sulla possibilità di viaggiare di notte, non sarà la dormita migliore della vostra vita, ma condividerete il viaggio con altre persone che amano il silenzio e non perderete preziose ore diurne.

Se si viaggia di giorno, periodiche soste alle stazioni di servizio sono fondamentali per sgranchirvi le gambe, mettere qualcosa sotto i denti e per far riprendere fiato al conducente, prima di partire informatevi su questo aspetto non secondario. A bordo cercate di scegliere i posti più vicini all’autista, solitamente sono i più spaziosi, l’ampia vetrata dell’autobus, inoltre, vi terrà al riparo dal mal d’auto.

La nausea è una vostra assidua compagna di viaggio? Fate una tappa in farmacia prima di partire: vi salverà da un vero e proprio calvario. Comprate chewingum di xamamina (è un farmaco, leggete bene le controindicazioni prima di assumerlo) oppure un cerotto da apporre dietro l’orecchio. In ogni caso, evitate cibi difficili da digerire, non assumete caffè e alcool, portate sempre con voi una bottiglietta d’acqua.

Come ingannare il tempo a bordo del pullman

Prima di partire comprate giornali e riviste, portate con voi un buon libro. Partite con smartphone e tablet completamente carichi, qualche chiacchierata con gli amici in chat e scorrere le notizie del vostro social network preferito vi terranno compagnia. Con un tablet poi avrete l’occasione per finire le puntate della vostra serie tv preferita o per riascoltare l’album della band in testa alle classifiche. In ogni caso non dimenticare il caricabatterie e un buon power-bank, non tutti i bus hanno le prese di corrente.

Non distogliete però troppo al lungo lo sguardo dal finestrino, il paesaggio che muta allo scorrere dei chilometri è uno spettacolo unico e perdersi nei dettagli del panorama vi farà sentire dei privilegiati viaggiatori.

Come affrontare un lungo viaggio in pullman