L’isola di Marlon Brando

Siamo a Tetiaroa, paradisiaco atollo di proprietà dell’attore Marlon Brando, a soli 15 minuti d’aereo da Tahiti

L’isola di Marlon Brando si chiama Tetiaroa ed è una delle Îles de la Société,  piccolo atollo a 59 km a nord di Papeete, capitale della Polinesia Francese. Siamo a Tetiaroa, paradisiaco atollo di proprietà dell’attore Marlon Brando, a soli 15 minuti d’aereo da Tahiti.

Un gioiello che ha visto avvicendarsi nel Novecento numerosi proprietari, sino a divenire l’Isola di Marlon Brando che, nel 1965, dopo le riprese del film “Gli ammutinati del Bounty”, l’acquistò per la sua giovane figlia. Ma vi passò anche Michael Jackson, in ragione della forte amicizia che legava i due. Tutti gli ospiti del celebre attore hanno dovuto attenersi agli ordini da lui impartiti, affinché vi fosse il rispetto assoluto dell’ecosistema dell’isola. In cambio una lingua di sabbia bianchissima, una barriera corallina lunga 50 km. E scusate se è poco.

Qui l’attore trascorse la sua storia d’amore con Tarita, la protagonista femminile del film di cui sopra, figlia di un pescatore di Bora Bora. Anche quando la love story finì, egli non volle snaturare la bellezza di tale perla naturale e selvaggia e impose che i bungalow, una decina in tutto, fossero costruiti con materiale locale, come legno di cocco e sabbia, nel pieno rispetto dell’ecosistema circostante.

Ma l’esclusività ormai non è più tale. O, per lo meno, è a disposizione di chi ha qualche milioncino in più depositato in banca, per alloggiare in questo resort lussuoso ma ecologico, il cui nome è giù una garanzia: “The Brando”. 35 ville, una piscina, un centro fitness ed una spa, tutto nel rispetto dell’ecologia e della sostenibilità: elettricità fotovoltaica, nessun edificio visibile dalle rive, un grande orto bio e una collaborazione con i pescatori locali per garantire l’autosufficienza alimentare della struttura.

L’isola di Marlon Brando