Le vacanze fanno bene ma attenti ai chili di troppo

Le vacanze sono arrivate e i chili di troppo sono in agguato, pronti a compromettere la prova costume. Ma quanto peso si acquista in vacanza? Ecco la risposta

Perdere i chili di troppo in vista delle vacanze e della prova costume vi è costato fatica, e adesso che è arrivato il momento di partire avete paura di rimettere su peso. È naturale: il clima rilassato che si respira durante le vacanze, il desiderio di scoprire nuove culture culinarie, l’abitudine di mangiare sempre fuori, porta inevitabilmente a un aumento della quantità di cibo ingerito. Se ci aggiungiamo l’alcol assunto a tavola o durante la serata per divertirsi, e le bevande zuccherate al mare, il timore di riprendere quei chili di troppo non è poi tanto infondato. Ma è proprio vero che durante le vacanze si tende ad ingrassare?

Uno studio della University of Georgia e della Texas Tech University per la rivista Physiology and Behaviour ha rilevato che in genere le vacanze non rappresentano un pericolo per la linea. Chi ritorna dalle vacanze, ha acquistato in media undici once di peso (intorno ai 3 etti), l’equivalente di una lattina di Diet Coke. Inoltre, la maggior parte delle persone perde il peso guadagnato nelle sei settimane successive al rientro, semplicemente riprendendo lo stile di vita abituale. Le vacanze rappresentano un pericolo solo per coloro che sono già in sovrappeso. Accumulare peso ad ogni vacanza senza perderlo successivamente, potrebbe portare a una “obesità strisciante”.

Oltre a non essere responsabili dei chili di troppo e a non intaccare la prova costume, le vacanze fanno bene alla salute. È questa la seconda conclusione a cui sono arrivati i ricercatori americani nell’ambito del loro studio. Nei 122 soggetti presi in considerazione dallo studio (di età compresa tra i 18 e i 65 anni, nessuno dei quali stava seguendo una dieta dimagrante, era in gravidanza o stava assumendo integratori) le vacanze hanno comportato una riduzione della pressione sanguigna e dei livelli di stress.

Anche se, in media, i soggetti presi in considerazione dallo studio sono ingrassati di circa tre etti, alcuni di loro hanno messo su più di un chilo extra. Questa anomalia potrebbe essere dovuta all’assenza di attività fisica nel loro stile di vita. Chi fa poco esercizio fisico è anche più propenso a trattenere i chili di troppo presi in vacanza, vanificando i sacrifici fatti per la prova costume.
E allora una nuotata, una corsa o una passeggiata nella natura possono davvero fare la differenza.

Le vacanze fanno bene ma attenti ai chili di troppo