Le strade del vino del Veneto: dove gustare i prodotti tipici e i vini regionali

Gli itinerari del vino in Veneto hanno l'intento di far conoscere i prodotti vitivinicoli, culinari e allo stesso tempo i reperti storici e artistici di quest'incantevole luogo

Gli itinerari del vino in Veneto comprendono circa 21 percorsi che a loro volta si suddividono in altre vie, con lo scopo di assaporare i diversi vini offerti dal territorio e parallelamente osservare vigneti, edifici storici, fiumi rilevanti e piccoli corsi d’acqua, diventati oramai parte integrante del paesaggio veneto. La strada dei vini D.O.C. Lison a Pramaggiore si trova a poca distanza da Portogruaro a sua volta a qualche chilometro da Venezia e dai lidi di Caorle, Jesolo e Bibione. Questa strada del vino si snoda a sua volta in 3 percorsi: zona classica (Belfiore, Loncon, Summanga, Pradipozzo, Portogruar, Levaga, Mazzolada, Sagittaria e Concordia), zona del Livenza ( San Stino di Livenza, Caorle, Motta di Livenza, Annone Veneto, Blessaglia, Pravisdomini, Pramaggiore, Cinto Caomaggiore e Chions) e la zona del Tagliamento (Bibione, Concordia, Latisana, Alvisopoli, San Giorgio, San Michele al Tagliamento, Cordovado, Teglio, Vado, Giussago, Fossalta di Portogruaro, Santa Margherita, Villanova e Lugugnana). In queste tre vie vengono offerti diversi vini tra i quali: Loson o Tocai Italico, Verduzzo, Merlot, Sauvignon, Chardonnay, novello, spumante, riserva e tantissimi altri vini apprezzati in tutto il mondo.

La strada del Recioto e dei vini di Gambellara D.O.C. si snoda in tre sentieri da poter percorrere a piedi, in bici, in auto o a cavallo. I vini che provengono da queste zone (Gambellara, Montebello Vicentino, Montorso Vicentino e da Zermeghedo) solo il risultato di una tecnica utilizzata ancor prima del periodo dei dogi veneziani, e consiste nel verificare la qualità delle uve facendole appassire su fili legati a travi (in passato si mettevano sui graticci di granai ben arieggiati). A seguito della vinificazione è possibile degustare il Gambellara Classico o il Recioto di Gambellara spumante. Aumentando la fase di appassimento dei grappoli si ottiene il Gambellara Vin Santo D.O.C., molto gustoso e dal sapore caratteristico. I tre percorsi che si possono percorrere sono: sentiero natura San Marcello, percorso escursionistico “Mario Filotto” C.A.I. Montebello e il sentiero attrezzato “Antonio Ponato” C.A.I. Montebello.

La strada dei vini del Piave (Sentiero dei vigneti dei Dogi) si districa a destra e a sinistra dell’omonimo fiume, comprende le zone di Roncade, Porto Buffolè, Conegliano, Motta di Livenza, Noventa, e avvicinandosi sempre più alla provincia di Venezia. Tre itinerari dove scoprire tradizioni, immergersi in un territorio molto caratteristico fatto di vigneti, una natura incontaminata alla quale si fondono abitazioni e altri caseggiati dal forte carattere storico (come grotte e reperti risalenti al periodo preistorico). IL secondo sentiero, chiamato ville dei Veneziani, va da Roncade fino a Cimaldomo e si conclude alle ville veneziane care ai dogi. Il terzo percorso prende il nome di Terre del Raboso e va da Cimaldomo a Oderzo. Qui si trova l’unico vigneto autoctono di Treviso, dove le nere uve danno vita a un vino molto ruvido, dal colore scuro e dal sapore intenso. La varietà di questi vigneti, dai quali si producono vini molto diversi tra loro, è dovuta e favorita da un microclima variegato e terreni con una struttura del terreno diversa da zona a zona.

A due passi dal Lago di Garda e vicina alla città di Verona, sorge un paese collinare, ricco di storia, arte e caratterizzato da panorami mozzafiato: Valpolicella. Un territorio alla costante ricerca della valorizzazione di quelli che sono prodotti tipici, enologici, culinari, da affiancare a un patrimonio artistico e ambientale molto caratteristico. L’itinerario del vino della Valpolicella comprende diversi comuni (San Pietro in Cariano, Dolcè, Sant’Ambrogio di Valpolicella, Fumane, San Mauro di Saline, Grezzana, Pescantina, Verona, Negrar, Cerro, Montecchia di Crosaria, Illasi e Tregnago) caratterizzati da reperti di origine preistorica, terreni rigogliosi e sgorganti corsi d’acqua che negli anni hanno favorito la produzione vitivinicola e agricola in genere. Altri itinerari del vino in veneto sono: Strada del Vino Bardolino, Strada del Riso Vialone Nano Veronese I.G.P., strada del Vino Bianco di Custoza, Strada del Vino Soave, Strada dei Vini Colli Berici, Strada del Radicchio rosso di Treviso e variegato di Castelfranco, Strada del Vino Arcole, Strada del Torcolato e dei vini di Breganze, Strada dell’Asparago Bianco di Cimaldomo I.G.P., Strada del Vino Colli Euganei, strada del Vino e dei Prodotti tipici Terradeiforti, strada del Prosecco e vini dei Colli (Conegliano), strada del vino del Montello e Colli Asolani, strada del vino Lessini Durello e lo Stradon del Vin Friulano.

Le strade del vino del Veneto: dove gustare i prodotti tipici e i vini...