Le strade dei vini in Francia: un weekend d’autunno “gourmand”

Itinerari del vino: viaggio alla scoperta dei luoghi più belli da visitare in Francia durante l'autunno, seguendo i percorsi enogastronomici più gustosi

Gli itinerari del vino in Francia sono diversi, vediamo di scoprire insieme i più belli e caratteristici, che creano l’occasione di trascorrere un weekend d’autunno assaggiando le specialità francesi. La capitale di uno di questi itinerari è proprio la bella città di Bordeaux, nei cui dintorni viene prodotto l’omonimo vino, uno dei più conosciuti al mondo. Tutta la regione è caratterizzata da vecchie cattedrali ed edifici storici da visitare. Passeggiando sulla Garonna potrete ammirare una splendida vista sui vigneti. La prima e obbligatoria tappa è quelle al Consiglio interprofessionale del vino di Bordeaux, poi fare una tappa per assaggiare il vino e degustare qualche formaggio francese. Successivamente vi consigliamo di partecipare a una piccola dimostrazione sul vino presso la Scuola del Vino. Uno dei vigneti più pregiati che si trova in questa zona è il Sauternes, nelle vicinanze di Saint Emilion, uno dei centri più importanti della regione dell’Aquitania. Esiste una splendida chiesa sotterranea da visitare, con 187 scalini per risalire in superficie e godere dello spettacolare panorama offerto dalle vigne nel periodo autunnale e i colori che caratterizzano questo periodo dell’anno.

Sull’itinerario del vino Bordeaux si incontreranno altre località interessanti, come Pomerol e Beauchac, senza dimenticare una tappa alla Maison des Bordeaux et Bordeaux Supérior con un’immensa cantina ricca di varietà di vini, rossi, bianchi e rosati di Bordeaux. Risalendo per il corso della Gironda, in mezzo a tanta bellezza, è possibile raggiungere la costa e vedere gli eleganti stabilimenti balneari di Lacanau, dove rilassarsi un paio d’ore in riva al mare. Da non perdere l’imponente Castello di Montbazillac o l’altro bellissimo Castelo di Duras. L’itinerario del vino Bordeaux procede poi verso sud-ovest incontrando una delle etichette più conosciute, Cahors, che viene proposto in degustazione con carni rosse e tartufo. Se si parla di vini e vigneti francesi non si uò non citare, tra gli itinerari del vino più interessanti, quello nella zona della Champagne e i vini dell’Alsazia. Già a 150 chilometri dalla capitale francese, Parigi, si incontra l’ondulato paesaggio della regione Champagne-Ardenne. A poca distanza da Strasburgo, potrete passeggiare tra i vitigni dell’ Alsazia , tra cui ricordiamo il Riesling, Gewurtztraminer e Pinot Grigio, solo per citare quelli più conosciuti.

La prima tappa di questo tour autunnale potrebbe essere la cittadina francese di Epernay, la capitale dello Champagne. Potrete vedere le gallerie sotterranee dove vengono depositate le bottiglie di Champagne di Maison come Moet et Chandon o De Castellane. Se siete in zona vi consigliamo di fare una piccola deviazione verso Hautvilliers, un pittoresco villaggio francese dove è possibile visitare l’Abbazia del famoso Dom Pérignon che nel XVII secolo inventò il mitico vino Champagne, uno dei più apprezzati e costosi al mondo, forse il più costoso. Altra tappa importante che si trova su questo itinerario del vino è la città di Reims, dove sono stati incoronati quasi tutti i re francesi e conserva ben 4 monumenti dichiarati Patrimonio dell’UNESCO, come la splendida cattedrale gotica medievale. Nei dintorni potrete visitare i vigneti del Pommery, Veuve Cliquot e Ruinart. Troyes è l’altro centro considerato la capitale dello Champagne. Un circuito lungo oltre 200 chilometri dove incontrerete 26 cantine da visitare e altrettanti vini da degustare, accompagnati con qualche specialità della cucina tradizionale francese.

Colmar è l’ultima tappa di questo itinerario del vino in Francia dove trascorrere un weekend d’autunno, visitando il Museo d’Unterlinden che conserva alcune stupende opere d’arte gotica. Risalendo per Strasburgo potrete assaggiare alcune specialità tipiche come la Choucroute, la baeckofe e la coq au riesling. Non dimenticate di fotografare quelle belle e particolari casette alsaziane, dalle caratteristiche inconfondibili. Nel sud del Paese, l’autunno è tempo del vino e dei funghi, un binomio spesso accostabile in modo eccelso. L’itinerario che vogliamo segnalarvi è quello che unisce le città di Avignone e Vienne. Si tratta di uno dei più conosciuti percorsi legati al vino e anche uno dei più antichi. L’itineraro prosegue nella valle del delta del Rodano, la Camargue, una zona dalla particolare biosfera vegetale animale, molto simile al delta del Po in Italia. Una zona palustre protetta, dove nidificano particolari specie di uccelli, come il fenicottero rosa. Vale la pena di visitare il Giardino Archeologico di Cibele, il tempio di Augusto e Livia, l’anfiteatro romano, la Piramide, la Chiesa e il Chiostro di Saint Andé le Bas, risalente al VI secolo. Un itinerario ricco di gusto in mezzo ad antichi e pregiati vigneti, siti archeologici, chiese medievali e tante specialità gastronomiche francesi da degustare in compagnia. Il weekend ideale per chi ama il vino in tutte le sue sfumature.

Le strade dei vini in Francia: un weekend d’autunno “gourm...