Le 10 mostre da non perdere in autunno in Italia

Le mostre dei musei italiani saranno così tante da soddisfare i gusti di ogni cittadino. Curiosi? Scopriamone di più insieme

L’autunno si preannuncia un periodo ricco di mostre per chi è appassionato d’arte. In Italia i principali musei ospitano alcuni degli artisti internazionali che hanno fatto la storia.

Per chi ama l’arte orientale, uno dei rappresentati di maggior spicco è Ai Weiwei, i cui lavori saranno esposti al Palazzo Strozzi di Firenze dal 23 settembre al 22 gennaio 2017.

Il più delle mostre sarà anche accompagnato da vere e proprie spiegazioni dei lavori e di vari periodi artistici dai più grandi esperti del settore d’arte. Se si ama il classico e si vuole andare sul sicuro, la scelta ricade decisamente sulla città di Parma. Vi saranno eventi che mostreranno una serie di Ninfe create per mano Calude Monet.

Ai lavori ninfei il celebre artista francese dedicò gli anni della propria maturità artistica. Le soffici linee, gli acquarelli creati senza stancare la vista dei visitatori, verranno esposti nella città di Parma, o meglio nella Fondazione Magnani Rocca. Tale mostra nel museo sarà possibile grazie a vari prestiti nazionali e internazionali. Tutto l’evento sarà una vera e propria indagine per capire lo stile espositivo di Monet e carpire i punti cruciali del maestro impressionista. Dal 3 al 21 settembre alla Triennale di Milano si svolgerà, invece, una mostra completamente diversa. Quest’ultima sarà dedicata all’artista statunitense Mark Jansen, un celebre esponente dell’neoespressionismo americano. Il titolo, “Decade”, rappresenta anche il formato in cui si svolgerà la mostra stessa. Vi saranno 12 tele che rappresenteranno le impressioni personali dell’artistica e faranno da prologo per le sue prossime mostre a New York e in vari luoghi della Germania. Tra i lavori anche un’esperienza passata di Mark.

In particolare si tratta degli anni della Prima Guerra del Golfo, a cui Mark Jansen ha preso parte sviluppano la sua maturità individuale. C’è da aspettarsi, quindi, molta critica a un mondo industriale d’armi. A Urbino si terrà un’altra delle mostre classiche, questa volta riferita al pittore Tiziano. All’evento presenzierà il famoso dipinto Venere di Urbino, da poco ritornato nel centro urbano marchigiano. La mostra dei lavori di Tiziano si terrà a partire dal 6 settembre e continuerà fino al 18 dicembre al Palazzo Ducale di Urbino. Si tratta di un’occasione da non perdere per ammirare la sensuale donna rappresentata su tela.

Altre donne sensuali verranno mostrate all’evento “Women: New Portraits”, le cui opere sono state create dalla fotografa svizzera Annie Leibovitz. Il progetto, nato ben 20 anni addietro per via di una collaborazione tra Susan Sontag e Annie Leibovitz, mostrerà l’evoluzione delle donne nella società ed evidenzierà quelle che hanno raggiunto dei grandi risultati in un mondo ancora a stampo patriarcale. Quasi in contemporanea, a partire dal 22 settembre e fino al 22 gennaio, nel Palazzo Strozzi di Firenze sbarcherà Ai Weiwei, uno dei più rinomati artisti contemporanei. Oltre a essere associato alle varie battaglie in difesa della libertà di espressione svolte nel corso degli anni, è anche un artista dal cuore tenero e dalla Vista Interiore profonda. A Firenze mostrerà vari dei suoi lavori e produrrà delle installazioni apposite per il Palazzo Strozzi.

E parlando di artisti asiatici, non ci si può dimenticare della mostra che si terrà al Palazzo Reale a Milano a partire dal 20 settembre. L’evento “Hokusai, Utamaro e Hiroshige”, provenienti dal Giappone dell’epoca feudale, terminerà il 29 gennaio e mostrerà ai visitatori la famosa serie di Trentasei veduta dal Monte Fuji. In contemporanea, il 17 settembre a Rovigo inizierà la mostra “I Nabis, Gauguin e la pittura italiana d’avanguardia”. Bisognerà riuscire a percorrere le storie della mostra fino al 14 gennaio del 2017. Un evento clamoroso si terrà alla Città di Castello, ove la mostra nel museo “Alberto Burri: lo Spazio di Materia – tra Europa e U.S.A.” permetterà ai visitatori di gustarsi le opere di maestri rinomati come Pollock, Twombly, Fontana a e altri (24 settebre-6 gennaio). Infine, da ricordarsi assolutamente la mostra dedicata a Rubens “Pietro Paolo Rubens e la nascita del Barocco” (si terrà al Palazzo Reale di Milano dal 27 settembre al 28 ottobre). Anche questa mostra sarà una vera e propria indagine di come il pittore abbia influito sulle nuove generazioni del barocco pittoresco.

Le 10 mostre da non perdere in autunno in Italia