Il lago Sandro Pertini è il più grande di Roma e si nasconde tra le case

A Roma tra via di Portonaccio, via Prenestina e via di Casal Bertone c’è un lago, là dove poteva esserci un parcheggio. Nel corso dei lavori di costruzione dell’opera interrata è stata intercettata la falda acquifera e lo scavo si è riempito di acqua purissima, della fonte Bullicante.

Dagli anni Novanta il lago continua a essere alimentato da questa sorgente che ora copre 10.000 mq , allora vi furono dei tentativi di deviare il flusso dell’acqua per continuare nella realizzazione del parcheggio, ma la natura ebbe la meglio e da oltre vent’anni il lago continua a esserci. Sono state censite 180 specie di piante, nonché 50 di uccelli, molti dei quali protetti a livello europeo.

E’ stato nominato lago Sandro Pertini, e si trova all’interno del Parco pubblico “delle Energie”, le sue acque sono pulite, si possono praticare il canottaggio e il nuoto. Tra i laghi del Lazio è lo specchio d’acqua più grande della capitale, per superficie, dentro l’anello ferroviario. L’ingresso per il pubblico è da via Prenestina.

Alcuni lo conoscono ancora con il nome Lago Ex Fabbrica Snia, per la presenza della fabbrica che popolò quest’area di Roma a partire dagli Anni Venti.

Da qualche anno un quartiere intero si è messo in testa che quel lago è un bene comune, ed è giusto che tutti lo conoscano per poterne godere. Esiste un Forum Territoriale Permanente del Parco delle Energie che si occupa di tutelare gli interessi del luogo contro la cementificazione e le speculazioni edilizie, organizzano eventi e giornate per far conoscere a tutti questo piccolo tesoro.

Il lago Sandro Pertini è il più grande di Roma e si nasconde tra le&...