La Top 10 delle città più vivibili: mini guida di Vancouver

La guida di Vancouver è importante per imparare a conoscere le infrastrutture e i lati culturali e artistici di questa immensa città. Scopriamo insieme come visitarla al meglio

La guida di Vancouver deve senz’altro essere così immensa come lo è la città stessa. Questo importante centro urbano canadese si estende per svariati chilometri e ha i tratti caratteristici tipici di ogni metropoli nordamericana. Grandi e imponenti torri fanno da cornice a degli edifici culturali di grande importanza. Vancouver è un importante centro finanziario del Canada ed è un fulcro monetario della zona. Attraverso questa città passano molte correnti finanziarie ed economiche d’importanza mondiale e pertanto il ruolo di Vancouver non può essere trascurato. Inoltre, grazie alle sue infrastrutture e ai servizi sviluppati, Vancouver è entrata a far parte delle città più vivibili secondo il giornale finanziario The Economist. Tale risultato si deve alle politiche cittadine, molto cosmopolite e aperte ai nuovi flussi economici.

A Vancouver si può fare dell’ottimo shopping, il sistema dei trasporti pubblici è molto ben sviluppato, tanto che si può facilmente spostarsi da un angolo cittadino a un altro in un tempo relativamente breve. Anche coloro che vorrebbero riposare non rimarrebbero delusi. Trovandosi sulla West Coast canadese, vi sono molti posti in cui rilassarsi sulle spiagge, oppure passeggiare in mezzo ai grandi parchi locali. Nella guida di Vancouver non possono mancare i tanti posti in cui rifocillare le proprie energie. Lungo la città si trovano diversi ristoranti, tra cui quelli italiani, quelli cinesi, russi, americani, inglesi e persino francesi. Alla pari di altre Città del Canada, come Toronto o Quebec, Vancouver è un centro urbano davvero multinazionale. Le attrattive vancouveriane sono tante e richiamano ogni anno molti turisti curiosi.

L’unico aspetto che potrebbe deludere un po’, è il lato prettamente culturale. Difatti, nonostante Vancouver sia una parte fondante della British Columbia, la regione più occidentale del Canada, gli edifici culturali di questa zona sono molto monotoni. Vi sono i grattacieli americani, i palazzi inglesi e anche dei piccoli quartieri prettamente nazionali. Vancouver stessa si trova nella zona di Greater Vancouver, un’ampia distesa che comprende circa 3.000 chilometri quadrati estendendosi lungo la West Coast del Canada. Vicino alla città sorge il delta del fiume Fraser. Vancouver è molto ben collegata con gli altri centri urbani mondiali. Difatti, a 12 chilometri dalla città si trova il Vancouver International Airport, forse il più vasto di tutto il Canada. E una volta in città, cosa fare?

La guida di Vancouver deve illustrare tutte le attrazioni dell’immensa megalopoli, tra cui i musei, gli sport invernali (che in Canada sono davvero molto popolari), gli edifici storici, i posti in cui fermarsi per rifocillare le energie e così via. Tuttavia, la città è così ampia che difficilmente si riesce a includere tutti i posti dall’alto interesse turistico in una sola guida. Sicuramente, la guida di Vancouver deve iniziare dal Vancouver Lookout. Si tratta di un alto belvedere situato nel cuore dell’Harbour Center. Esso offre una vista panoramica sulla città ed è uno dei luoghi in cui regna la pace e la serenità tipiche della natura canadese. Qui ci si può rilassare godendo di una vista meravigliosa, oppure leggersi un libro. Al termine si può scendere e andare verso il centro di Vancouver.

Quindi la guida di Vancouver potrebbe proseguire fino al Capilano Suspension Bridge. È un ponte molto alto e molto vecchio. Costruito nel 1889, esso serviva a collegare due zone della città divise dal fiume Capilano. Il ponte è lungo 135 metri, con un’altezza di circa 70 metri dalle acque sottostanti. Uno dei luoghi di maggior interesse turistico a Vancouver è il suo immenso acquario, che ospita circa 70.000 animali marini provenienti dai più lontani angoli del pianeta Terra. Molti viaggiatori affermano che recarsi a visitare questo acquario sia a dir poco un’esperienza mistica da svolgere. Come se l’immensità del posto non bastasse, l’amministrazione locale ha pensato anche a un curioso luogo nel quale si può entrare in contatto diretto con gli animali.

E qualora ci si stancasse di vistare e varie attrattive culturali della città, si potrebbe prendere l’autobus e dirigersi a sud di Vancouver, dove sedersi sulle coste del suggestivo fiume Fraser. Dicono che sia davvero molto romantico, e che al calare della sera gli ultimi raggi solari gli donino del fascino in più. Certamente, nessuna guida di Vancouver deve dimenticarsi di mostrare Fraser ai turisti. Non molto lontano dal fiume, poi, sorge il municipio Burnaby. È un edificio molto curioso dal punto di vista artistico e culturale. Anche dentro nasconde molte decorazioni davvero preziose. E per finire la propria visita guidata di Vancouver, ci si può recare presso la English Bay, che sorge nell’area di Point Grey. Qui ci sono spesso delle grandi navi che attendono di entrare nel porto.

La Top 10 delle città più vivibili: mini guida di Vancouver