La Top 10 delle città più vivibili: mini guida di Melbourne

Una guida di Melbourne è l'opzione ideale per quanti intendono scoprire la spettacolare città australiana. Ecco quali sono le sue attrazioni imperdibili

I viaggiatori che vogliono una guida di Melbourne saranno lieti di apprendere che la bella città australiana è considerata una delle più vivibili del mondo. Città assai giovane & trendy, Melbourne è ormai da anni la località con la migliore qualità della vita dell’intero globo, avendo primeggiato per la sesta volta consecutiva nella personale classifica stilata dall’Economist. Gli elementi che la rendono così speciale riguardano i servizi offerti alla popolazione, le infrastrutture presenti in città e la cultura della quale locali e turisti possono usufruire. La particolarità della metropoli australiana è che essa risulta interamente a misura d’uomo, dotata di tutti i servizi eppure estremamente attenta alle esigenze delle persone. Tanto coloro che arrivano dall’Italia o dall’Asia quanto i turisti che vi si recano per una vacanza, troveranno fin da subito le condizioni ideali per sentirsi come fossero a casa. Melbourne è una città ricca di opportunità, non solo legate al divertimento turistico, ma anche al lavoro e alle opportunità professionali, perfetta pure per coloro che intendono farsi una nuova vita all’estero. Le attrazioni e i motivi di interesse che la rendono speciale sono numerosi e non possono che confermare la bontà dei servizi e delle attività presenti sul suolo di Melbourne. Per cominciare alla grande un tour della città si può iniziare dal Queen Victoria Market, uno spettacolare mercato nel cuore di Melbourne.

Un tour della città che si rispetti non può infatti non includere il mercato più grande e celebre di tutta l’Australia, luogo perfetto dove fare qualche acquisto e comprare souvenir e prodotti tipici. I chioschi dove viene venduto del cibo etnico, dagli hot dog alla pita, senza dimenticare pure gli hamburger e la pizza, sono disseminati in tutto il Queen Victoria Market. Le bancarelle di souvenir etnici, soprattutto legati alla cultura aborigena, sono un’altra attrazione da non perdere del grande mercato cittadino. Coloro che hanno intenzione di conoscere una buona guida di Melbourne possono successivamente dirigersi verso i Royal Botanic Gardens, i giardini reali più grandi e celebri del continente australiani. Qui si trovano quaranta ettari di piante endemiche dell’isola, come l’eucalipto e l’acacia dorata, e di arbusti provenienti dal resto del mondo. Per quanti intendono respirare un po’ di aria sana e fare dello sport, sia un po’ di jogging sia una bella pedalata in bicicletta, non possono dunque perdere l’opportunità di un tour nei Royal Botanic Gardens, soprattutto nei mesi estivi australi.

Tra le attrazioni più celebri presenti a Melbourne vi sono sicuramente pure le torri, molto alte e contenenti uffici oppure appartamenti. Due degli edifici più alti sono l’Eureka Tower e il Bourke Palace e una vista dai piani superiore permetterà ai viaggiatori di scoprire tutta la città australiana nella sua estensione. Il primo palazzo ha funzione residenziale ed è uno degli edifici più alti dell’emisfero australe, poco dopo la Q1 Tower di Surfers Paradise. Il Bourke Palace è invece il cuore dell’attività finanziaria cittadina e al suo interno è presente pure un centro commerciale, oltre a un campo da tennis. Proprio lo sport è uno degli elementi imprescindibili della città, accanto alla cultura e al divertimento, motivo per cui Melbourne è la città perfetta per coloro che vogliono sapere quando andare nella terra dei canguri. Tra gli eventi sportivi di maggiore richiamo si segnalano il gran premio di Formula Uno, che si svolge ogni anno a marzo, e il torneo di tennis di Australian Open, organizzato annualmente nelle ultime settimane di gennaio. Gli amanti dello sport non possono dunque perdersi un tour in una città dove l’attività ha un peso così rilevante.

Parlando di cultura e storia, una guida di Melbourne deve tener conto pure delle attrazioni per quanti hanno intenzione di approfondire il lato più intellettuale della città. Per scoprire le origine etniche dell’Australia un luogo da non perdere è l’Immigration Museum, polo in cui viene raccontato lo sviluppo dell’immigrazione in Australia da inizio secolo in poi. Una visita in questo luogo può essere l’occasione ideale per scoprire le origine di molte generazioni australiane, così come può essere assai utile in tal senso una visita del Bunjilaka Aboriginal Centre, museo dedicato al passato aborigeno dell’isola. Quanti intendono scoprire gli effetti della colonizzazione sul suolo australiano, tanto quelli positivi quanto soprattutto quelli negativi, devono fare un tour in questo polo museale in cui vengono raccontati cinque secoli di storia e cultura aborigena. Il Royal Exhibition Building è infine un’attrazione imperdibile che ogni anno attira migliaia di turisti e curiosi provenienti da tutto il mondo. All’interno della struttura sono organizzate numerose esposizioni ed eventi, volti alla promozione turistica della città.

La Top 10 delle città più vivibili: mini guida di Melbourne