La Top 10 delle città più vivibili: mini guida di Adelaide

Guida di Adelaide: tutte le informazioni utili per conoscere quali sono le principali attrazioni turistiche della splendida città australiana del sud

Avere una piccola guida di Adelaide a disposizione prima di partire per un soggiorno in Australia è certamente una cosa molto utile, soprattutto se è la prima volta che vi recate in viaggio in un Paese così lontano. Attraverso un itinerario turistico studiato appositamente per voi conoscerete quali sono i luoghi più belli da visitare in una delle città più belle al mondo, e una tra le 10 più vivibili, come si evince dal recente studio pubblicato sulla rivista Panorama. Innanzitutto bisogna dire che Adelaide è molto lontana e per raggiungerla dall’Italia sono necessarie dalle 20 alle 25 ore di volo, con diversi scali, almeno 2 a tratta. Adelaide è situata nel sud dell’ Australia e deve il suo nome alla Regina moglie di re Guglielmo IV. Uno dei motivi per cui Adelaide risulta essere una delle città più vivibili al mondo è proprio il clima, molto simile al nostro. Infatti si tratta di un clima mediterraneo, con inverni miti e umidi ed estati calde e secche. Il periodo migliore per visitare la città e capire se fa al caso vostro è quello compreso tra i mesi di gennaio e febbraio, durante la stagione secca.

Un altro motivo per cui Adelaide è la città ideale per viverci è la rete d trasporto pubblico, così efficiente che non è necessario possedere un’automobile per spostarsi. Il sistema consiste in un’estesa rete di trasporto pubblico costituita da autobus e bus su rotaia, oltre che da linee ferroviarie, molto utili per raggiungere la periferie e le città limitrofe. L’economia della città è basata sia sul settore terziario che su quello manifatturiero. La città possiede diversi parchi pubblici e un paio di giardini botanici, dove rilassarsi nella pausa pranzo dal lavoro oppure fare una passeggiata nei weekend. Adelaide è anche un importante centro culturale vista la presenza di numerosi e interessanti musei da visitare. Uno di questi è l’Art Gallery of South Australia, un’importante galleria d’arte, forse una delle più conosciute di tutto il Paese. Un altro museo interessante dal punto di vista culturale è il Migration Museum of Adelaide, con tantissimo materiale fotografico e documenti relativi al’immigrazione in massa dai Paesi Occidentali verso l’Australia.

Se avete intenzione di trasferirvi ad Adelaide possiamo dirvi che in città ci sono diversi parchi, musei e luoghi dove portare i bambini, sia per farli divertire che per istruirli. Il Parco Botanico è davvero immenso e ospita migliaia di piante e fiori che crescono solo qui in Australia e in nessun’altra parte del mondo. Allo zoo invece gli animali sono tenuti molto bene, gli ambienti sono curati e rispecchiano il loro habitat naturale. Potranno così vedere alcuni esemplari di panda gigante e tantissimi rettili, oltre a mammiferi provenienti da tutto il mondo. Dal punto di vista scolastico il sistema australiano è molto avanti rispetto agli standard a cui siamo abituati in Europa. Se non conoscete una parola di inglese ci sono moltissime scuole collegate con Italia ed altri Paesi europei dove poter imparare o perfezionare l’inglese, che è un po’ diverso da quello britannico. Ad Adelaide il costo della vita sembra apparentemente più caro rispetto a quello europeo, ma in realtà i costi sono adeguati agli stipendi di un lavoratore medio.

Anche il settore sanitario è molto ben organizzato. Il Medicare, come viene chiamato il servizio sanitario locale, è gestito interamente dallo Stato e tutti i cittadini residenti in Australia hanno diritto a cure gratuite negli ospedali pubblici e a consulti gratis dagli specialisti. I bambini hanno diritto anche a cure odontoiatriche gratuite. Il servizio Medicare è accessibile anche a chi possiede un visto permanente per risiedere nel Paese. E’ escluso da questo servizio chi si reca in vacanza o per un soggiorno di studio/lavoro. Per entrare in Australia è necessario avere il visto, di diversa tipologia, in base allo scopo del viaggio. Può trattarsi di un e-visitor, Eta o visto turistico . Il primo è il più conveniente ed è stato creato per i cittadini che provengono dai paesi che fanno parte dell’Unione Europea, può essere richiesto online e vi permette di restare nel Paese per un periodo massimo di 90 giorni. Il visto turistico invece può avere una durata di 3, 6 , 9 mesi fino a un massimo di 12 mesi e può essere rinnovato sul territorio australiano presso gli enti preposti. Naturalmente bisogna essere in possesso di regolare passaporto e occorre dimostrare di potersi sostenere economicamente per tutto il periodo che si resta nel Paese. Si ricorda che i controlli in aeroporto sono severissimi e che è necessario informarsi su quello che si può o non può mettere all’interno della valigia. Ovviamente armi e droga sono proibite, ma lo stesso discorso vale per animali, sementi di piante e cibo.

La Top 10 delle città più vivibili: mini guida di Adelaide