Weekend insoliti nel Veneto

Conoscere luoghi sconosciuti del Veneto durante weekend insoliti. Vediamo quali

Il Veneto è una terra ricca di storia, fascino naturale e mistero. Il suo territorio è sempre stato scenario di eventi storici e politici di grande rilievo. Tutti i castelli, le ville, i siti archeologici e le rovine antiche parlano di un passato travagliato, di personaggi che hanno lasciato traccia di sè. Alcuni siti sono particolarmente interessanti da visitare per passare weekend insoliti. Una gita diversa addentrandosi a conoscere gli eventi che hanno segnato la storia del luogo. Miti, leggende e storie trovano un fondo di verità. Affreschi, case, palazzi e castelli nascondono quel pizzico di mistero che incuriosisce.

Weekend insoliti in Veneto si possono trascorrere sul lago di Garda. La provincia di Verona nasconde segreti di epoca medievale che vale la pena scoprire attraverso la lettura delle testimonianza lasciate. Punta San Virgilio a Garda è scenario di una leggenda che si narra sia pagana e cristiana. La roccia che emerge dal lago, per i pagani, rappresenta Stella, la donna amata dal figlio dei re dei boschi, Virgilio. Mentre per i cristiani questo luogo è sacro poiché Carlo Magno consegnò il territorio ad un eremita di nome Virgilio che evangelizzò questa terra.

Garda è conosciuta per la storia dei fantasmi del lago. La chiesa di San Pietro sotto la Rocca è simbolo della tragedia di due amanti. Dorina apparteneva a una famiglia benestante ma i genitori contrastavano l’amore di lei verso un pescatore. Un eremita, colpito dalla passione con cui si desideravano, decise di sposarli in segreto, ma morirono sul lago durante la notte. I loro corpi furono ritrovati dell’eremita che, il mattino seguente, li seppellì con grande dispiacere. Si narra che durante le sere tempestose le loro anime vagano alla ricerca della chiesa in cui si dovevano sposare.

Il Battistero di Padova è un sito di grande rilievo artistico da visitare durante weekend insoliti in Veneto. All’interno ci sono affreschi che raccontano storia, politica e religione, nel periodo detto “Cattività Avignonese”, tramite una lonza da cui si dipartono 7 teste sulle quali svettano le tiare papali. Essa rappresenta i sette vizi capitali. Sanguinetto, invece, è un luogo scenario di mille battaglie da cui prende il nome. Si dice che la lussureggiante vegetazione sia cresciuta col sangue delle vittime. Il Ponte del Diavolo sull’isola di Torcello, a Venezia, narra di un patto con il diavolo, affinché una ragazza potesse riportare in vita il fidanzato morto.

Weekend insoliti nel Veneto