Weekend insoliti in Sardegna

Idee e luoghi insoliti per un weekend in Sardegna anche fuori stagione

La Sardegna è nota soprattutto per il suo mare cristallino e le sue insenature da favola, in realtà questa terra ha molto altro da offrire, anche fuori stagione. Aree archeologiche, panorami mozzafiato, eventi tradizionali e luoghi insoliti rendono la Sardegna una terra dalle mille sfaccettature. Assaporare l’atmosfera di quest’isola in un solo weekend è probabilmente un’impresa impossibile, ma se questo è il tempo che avete a disposizione ecco alcuni spunti per brevi itinerari.

La Sartiglia di Oristano
Durante il periodo di Carnevale, ad Oristano si celebra la Sartiglia, un antico rituale nato per propiziare la prosperità, noto per la sua spettacolare giostra cavalleresca, la Corsa della Stella, il cui protagonista è Su Compidori, il fantoccio Re del Carnevale.

Le Gole di Gorropu
Meta non certo sconosciuta agli appassionati di trekking, Gorropu conserva quel fascino selvaggio tipico della terra di Sardegna. Le gole sono il frutto dell’erosione del Rio Flumineddu lungo l’area del Supramonte, tra Orgosolo e Urzulei. Con i loro 500 metri di altezza le gole sono uno spettacolo mozzafiato, maestosa sintesi del rapporto tra l’uomo e la natura.

La Valle di Lanaitho e la Grotta Corbeddu
Sempre nella zona del Supramonte, una strada sterrata si snoda per circa otto chilometri lungo la Valle di Lanaitho, immersa tra dolci colline che offrono una vista paradisiaca. Avvolte dal profumo del Mirto, le sinuose curve della strada di Lanahito conducono anche alla Grotta Corbeddu, misterioso luogo che deve il suo nome al brigante Corbeddu, uno degli eroi della storia locale.

Il borgo di Britti
Non lontano da Nuoro e Olbia, Britti, un paesino di origine preistorica con meno di tremila abitanti, è uno dei borghi più caratteristici della Sardegna, composto da case pastorali larghe e basse che si snodano lungo vicoli strettissimi. Nel centro storico è possibile visitare il Museo della Civiltà Contadina e Pastorale, mentre alle porte del paese si trova l’area archeologica di Loelle con l’omonimo nuraghe.

L’Isola di San Pietro
Punto più a ovest della Sardegna, quest’isolotto deve il suo nome alla leggenda secondo cui San Pietro vi si rifugiò quando fu sorpreso da una tempesta in mare. L’unico centro abitato dell’isola è Carloforte, un suggestivo borgo fortificato. Visitando l’isola di San Pietro non si possono tralasciare le saline che, non più in attività, sono diventate l’habitat ideale per i fenicotteri rosa.

Weekend insoliti in Sardegna