La Puglia più genuina è qui

I borghi e le masserie della Puglia, per una vacanza all'insegna delle tradizioni e del gusto

La Puglia più autentica è custodita nelle campagne. Per questo scegliere di soggiornare in una masseria, in un casale o in un trullo è il modo migliore per assaporare il lato più genuino di questa terra.

Oltre a dormire in un luogo esclusivo, riservato e discreto, ideale per chi ama il silenzio o è in cerca di ispirazione, sin dal mattino si può vivere a stretto contatto con la natura più vera, magari optando per un’escursione guidata nei dintorni, in sella a una bicicletta. Tutto ciò accade al Borghetto Scerza di Sava (Taranto), una vecchia casa di campagna, a soli 7 minuti dal mare. Dopo una ricca colazione con pane fresco, marmellate, crostate, biscotti fatti in casa e frutta di stagione si può partire in bici alla scoperta di grotte, chiesette e tenute lungo strade sterrate del Primitivo (il pacchetto bike comprende 2 notti in camera doppia con colazione e due escursioni guidate in bici per due persone).

E in caso di pioggia? Nessun problema. Si andrà per cantine e botteghe artigianali. Oppure si visiteranno i borghi vicini, come Manduria, antica città messapica con un centro storico ricco di palazzi barocchi e un originale Museo della Civiltà del Vino Primitivo, o Grottaglie, nota per le ceramiche. Una volta tornati al borgo ci si abbandonerà al più completo relax sui divani, a bere un bicchiere di vino e a gustare le bruschette con il pomodoro e l’olio. Per chi ha a disposizione non un week-end, ma un’intera settimana, la Biomasseria Lama di Luna di Andria, il Borgo San Marco a Fasano e la Masseria Montelauro a Otranto propongono un tour di sette giorni in bici da Castel del Monte a Otranto (pacchetto cicloturistico valido da aprile a giugno 2010), per scoprire paesaggi suggestivi e poco conosciuti, da nord a sud, ospiti di tre masserie di charme e grandissimo fascino.

Anche alla Tenuta Monacelle, in località Selva di Fasano – Monopoli (Bari), si respira la bonne vie di campagna, i colori del Tacco d’Italia e il profumo del mare, quel tanto di aspro nel mix del sole del Mediterraneo e fascino selvaggio. Qui all’interno del trullo Azalea ci si può abbandonare al piacere di un massaggio alla ciliegia. Una volta fuori dal Borgo? La scoperta continua con piacevoli escursioni ( il mare è a soli 15 minuti). In primis Alberobello, la patria dei Trulli, dichiarata dall’UNESCO Patrimonio dell’Umanità, e poi la nobile e sontuosa Martina Franca, caratterizzata dall’architettura barocca.

Poi Ostuni, la città bianca, tutta da scoprire con l’intrico di vie, le sue chiese, le masserie. E ancora: Egnathia la città archeologica, le meravigliose Grotte di Castellana, la mite Polignano a Mare e la devota San Giovanni Rotondo. Al ritorno sarà il momento di gustare, nell’annesso ristorante, i piatti ereditati da un passato contadino, rivisitati dallo chef con tocchi d’estro, alla pasta fatta in casa, dalle portate a base di pesce ai dolci della tradizione. Tutto accompagnato dai vini regionali. Anche se sarà la semplicità del bianco dei pinnacoli dei trulli e i fiori di ciliegio a farvi ancora emozionare.

La Puglia più genuina è qui