Ferrovie abbandonate: 18 nuovi itinerari in Italia

Un totale di 1.300 chilometri di linee ferroviarie in disuso diventeranno percorsi turistici

Perché non sfruttare i magnifici percorsi e i paesaggi di cui è ricca l’Italia e che solo pochi conoscono?

La Camera dei deputati ha approvato il disegno di legge che istituisce in Italia le ferrovie turistiche. L’obiettivo è recuperare tutte quelle linee ferroviarie in disuso che attraversano aree di particolare pregio naturalistico o archeologico per uso turistico, creando così nuovi itinerari.

Sono 18 le tratte individuate, per un totale di 1.300 chilometri ovvero una nuova rete di mobilità dolce. Ma altre se ne potranno aggiungere nei prossimi mesi.

Le antiche tratte ferroviarie sono un patrimonio da recuperare. In Italia si contano circa 2.000 km di ferrovie locali dismesse, alcune abbandonate da decenni e che versano in uno stato di totale incuria, altre sospese di recente e che potrebbero essere ripristinate a fini turistici.

Le poche tratte ferroviarie già recuperate in Italia stanno piacdendo moltissimo. Basti ricordare la ‘Transiberiana d’Italia‘, la ferrovia Sulmona-Carpinone a ridosso del Parco Nzionale d’Abruzzo, la Asciano-Monte Antico nelle Terre di Siena, la Avellino-Rocchetta Sant’Antonio o il Treno Blu del lago d’Iseo e il Trenino Verde in Sardegna.

Ferrovie abbandonate: 18 nuovi itinerari in Italia