Bormio, neve e relax

Situata nella meravigliosa cornice del Parco Nazionale dello Stelvio, è tra le capitali degli sport invernali

Situata nella meravigliosa cornice del Parco Nazionale dello Stelvio, Bormio è tra le capitali degli sport invernali, sci in primis ma non solo. Ma oltre a piste per tutti i gusti, questa deliziosa cittadina offre la possibilità di godersi il relax nelle calde e rigeneranti acque delle Terme e dei Bagni Vecchi e Nuovi. Al termine di una giornata in movimento, cosa c’è di meglio poi che una bella cena? L’Alta Valtellina offre una cucina semplice, genuina e allo stesso tempo gustosissima. Pizzoccheri, bresaola, formaggi (Bitto, Casera, Scimudin…), gli sciatt (frittelle di grano saraceno ripiene), polenta taragna, funghi, selvaggina, dolci ai frutti di bosco, il tutto innaffiato dai robusti rossi valtellinesi. E a fine pasto un bell’amaro fatto con le erbe montane.

Il posto ideale per gli amanti dello sci, dicevamo. Da Bormio si raggiungono 170 chilometri di piste (percorribili con un unico skipass), 90 dei quali a innevamento programmato, per garantire sciate indimenticabili anche quando la neve scarseggia. Ci sono percorsi di varia difficoltà per chi ama lo sci di fondo e una nuovissima area dedicata allo snowbord, per esperti e principianti. E ancora: pattinaggio, sci alpinismo e nordic walking, uno sport per tutti facile da praticare, che rassoda e rinforza la muscolatura. Senza dimenticare lo sleddog, la slitta trainata dai cani. L’Husky Village organizza corsi ed emozionanti escursioni. Insomma, di cose da fare ce n’è. Comprese quelle rilassanti, come prendersi cura del corpo (e della mente).

L’atmosfera che si respira all’interno dei Bagni Vecchi è magica. Le acque di questo centro termale sono utilizzate da tempi antichissimi. La struttura vanta sei differenti settori. Tra i più suggestivi i Bagni Romani, che rappresentano un tuffo nella storia: la vasca di Plinio il Vecchio e quella di Cassiodoro sono state realizzate all’interno di una grotta già in uso in epoca pre-romana. Vicino a esse è posizionata una grande vasca di legno: risale al 1800 ed era riservata all’Arciduchessa d’Austria. Altra meraviglia è la Grotta Sudatoria di San Martino, un bagno turco naturale. I Bagni Imperiali contano suggestive vasche con idromassaggio e sale relax panoramiche. Tra le più belle c’è il Bagno delle donne, una vasca con musicoterapia subacquea e cromoterapia. Infine la bellissima piscina panoramica all’aperto (nella foto). Immaginatevi immersi nell’acqua calda, mentre fuori scende la neve.

I Bagni Nuovi sono di costruzione più recente, realizzati durante la prima metà del XIX secolo sull’ondata del successo ottenuto dai Bagni Nuovi. Il centro termale si suddivide in cinque percorsi. Il percorso esterno dei Giardini di Venere include piscine con musicoterapia subacquea, una vasca coi fanghi ideale per un peeling naturale, una baita essiccatoio (dove far seccare i fanghi) e una bellissima piscina all’aperto (nella foto). Nei Bagni di Giove ci si può cullare nelle vasche idromassaggi, farsi massaggiare dalle cascate ad alta intensità o depurare la pelle nel bagno turco. I più coraggiosi potranno immergersi nella gelida Vasca di Giunone. Nell’accogliente sala del braciere dei Bagni di Ercole si gode il riposo allo stato puro. Avvolti in un morbido accappatoio si sorseggiano tisane calde, sdraiati su morbidi cuscini o chaiselongue, davanti al panorama mozzafiato del Parco dello Stelvio.

Bormio, neve e relax