Nel borgo di Rango il Natale è quello magico di una volta

Lontano dalla frenesia dei grandi centri, il Mercatino di Natale di Rango celebra la tradizione e gli antichi riti delle feste

Nell’antico borgo di Rango, uno dei più belli d’Italia, incastonato nell’altopiano del Bleggio, alle spalle del Garda e ai piedi delle Dolomiti di Brenta, si avvicina il Natale, quello di un tempo. L’amore per la tradizione aggiunge un pizzico di nostalgia all’incanto di questo piccolo e delizioso borgo.

Stretti vicoli in salita, ampi androni, vecchie legnaie, piazzette inattese, cortili e porticati si accendono delle luci del Natale e si impregnano dei profumi della festa a partire dall’ultimo weekend di novembre fino dopo Natale (le date precise: 26 e 27 novembre 2016; 3-4-8-9-10-11-17-18-26-27 dicembre 2016).

Tornano i tradizionali mercatini di Natale, con le loro bancarelle di prodotti enogastronomici della Strada del Vino e dei Sapori dal Garda alle Dolomiti e di artigianato di esclusiva produzione locale. Da scovare negli angoli più impensati: sotto i portici, nelle cantine, in legnaia, nei cortili e nelle stalle, mentre nell’aria risuonano le zampogne, le fisarmoniche, i canti e i cori dei pastori.

rango_mercatino_01_500
Quest’anno Santa Lucia, accompagnata dal suo fedele asinello e carica di doni e dolciumi, arriva il 13 dicembre con la magica atmosfera di sempre che accompagna l’attesa. A grande richiesta, poi, il 20 dicembre torna lo speciale Natale dei Bambini, che trasforma il borgo in una sorta di villaggio degli elfi con tanto di casa di Babbo Natale, rumorosamente popolato di giullari, musici e giocolieri, tra favole, spettacoli itineranti e micro-magie.

rango_mercatino_02_500
Durante tutto il periodo nelle Osterie del Borgo si degustano specialità genuine, piatti tipici, come la torta di noci, caffè d’orz e vin brulé. Sapori e profumi da gustare anche nelle osterie ai vòlt, con i piatti della cucina trentina: canederli e trippa in brodo, orzetto, polenta carbonera, formaggi e salumi locali, strudel, frittelle di mele e torta di noci.

canale-mercatino_03_500
Per un altro tuffo nella magia delle feste, appena scavalcato il non lontano Passo del Ballino, in direzione del Garda, ecco un’altra bolla sospesa nel tempo: l’antico borgo di Canale di Tenno, i cui mercatini, in programma nelle stesse date. Tra le sue massicce case in pietra che s’inerpicano sul fianco della montagna si trovano le bancarelle colorate, colme di prodotti tipici locali e di oggetti confezionati con passione da abili artigiani e hobbisti.
La tradizione trova spazio anche in cucina, dove vengono riproposti i sapori genuini di quest’angolo di Trentino come la “carne salada e fasoi”, piatto tipico nato nel 1500.

Nel borgo di Rango il Natale è quello magico di una volta