BIT 2017: le date e le novità della fiera sul turismo di Milano

Cambiano data e luogo, ma spazio anche a nuovi settori del turismo in forte crescita. Tutte le informazioni

Tante le novità per l’edizione 2017 della Borsa Internazionale del Turismo (BIT). La prima è che la manifestazione ritorna in città, a fieramilanocity, nel quartiere Portello, e non più a Rho Fiera.

La seconda è che cambia anche la data: non più a febbraio ma ad aprile (2-4). Il primo giorno sarà una domenica, mentre prima iniziava di venerdì (negli anni passati di giovedì) e sarà aperta al pubblico fin da subito.
Lunedì e martedì, invece, saranno riservati agli operatori del settore.

Quattro le macro aree, tre le aree specializzate e oltre 70 i convegni previsti. I 4 macro settori basati sui target e le motivazioni di viaggio saranno Leisure, Luxury, MICE (Meetings, Incentives, Conferences and Exhibitions) e Sport (quest’ultimo esteso da uno a 3 giorni). Il bitdedicato alle destinazioni nazionali offrirà uno spaccato rappresentativo dei variegati territori del nostro Paese.

L’area Destination Sport conterà sul patrocinio del CONI. Domenica 2 aprile, giornata di apertura, l’interazione con il territorio sarà testimoniata dalla Milano City Marathon che farà tappa alla BIT. In una postazione presso l’area, i partecipanti potranno ritirare il pacco gara che includerà il biglietto di accesso alla manifestazione.

La BIT 2017 ospiterà anche un’area dedicata al turismo LGBT, che riceverà il patrocinio di ILGTA – International Gay & Lesbian Travel Association.

Le 3 aree tematiche progettate in collaborazione con esperti di ciascun settore sono A Bit of Taste per l’enogastronomia, I Love Wedding per il turismo legato ai viaggi di nozze e Be Tech dedicato al mondo digitale. A Bit of Taste si avvarrà dei migliori chef di APCI (Associazione Professionale Cuochi Italiani) per showcooking ed eventi e conterà su partnership con AMPI (Accademia Maestri Pasticceri Italiani), FIPE (Federazione Italiana Pubblici Esercizi), HostMilano, EWGF (Expo Women Global Forum) e il Ministero delle Politiche Agricole Alimentari e Forestali.

Una grande piazza sarà il fulcro di I Love Wedding, aggregatore dell’offerta italiana ed estera in tema di nozze in destinazioni da sogno e lune di miele, mentre Be Tech darà l’opportunità di scoprire le innovazioni che stanno preparando i grandi portali, le software house e i fornitori di servizi specializzati, dai bed and breakfast al viaggio con gli animali.

I convegni sono articolati in quattro aree di argomenti riguardanti la formazione (dedicata ad agenti di viaggi e hotelier), argomenti aaldi, novità assolute e tecnologia.

La BIT apre al termine di un’atra importante fiera milanese, MiArt (31 marzo-2 aprile), dedicata all’arte che ogni anno porta a Milano migliaia di visitatori provenienti da tutto il mondo, e finisce in occasione del Salone del Mobile (4-9 aprile), che segna l’inizio della design week più famosa al mondo. I visitatori di MiArt domenica 2 aprile con lo stesso biglietto potranno visitare gratuitamente anche la BIT.

“Bit punta a diventare un ‘evento diffuso’ che aumenterà la centralità dell’Italia e di Milano nell’industria turistica mondiale, oltre a generare attrattiva e importanti ricadute socioeconomiche a favore di tutti. Basti pensare che per ogni euro di valore prodotto da Fiera Milano se ne generano 4 di indotto turistico sul territorio. In un mondo in cui il viaggio è sempre più motivazionale, il turismo si ‘contamina’ con l’arte, la cultura, l’enogastronomia, ha spiegato Roberto Rettani, Presidente di Fiera Milano Spa”.

BIT 2017: le date e le novità della fiera sul turismo di Milano