Le isole più sperdute e solitarie dei Caraibi

Da Guana Island, nelle Isole Vergini Britanniche, alle Bahamas: luoghi incontaminati con spiagge selvagge e mare mozzafiato

La parola Caraibi è sinonimo di sole, mare cristallino, spiagge bianchissime, palme e sapori tropicali. Tutto questo all’insegna del turismo. Però ci sono anche isole caraibiche che sono più sperdute e solitarie di altre, molto poco frequentate dai turisti. Isole che non hanno ancora ceduto alle lusinghe di costruttori e in cui l’ambiente è rimasto naturale, selvaggio e incontaminato. Come a Guana Island, nelle Isole Vergini Britanniche, Nevis e Out Islands, alle Bahamas. Caratterizzate da uno scenario solitario e naturale anche Petit St. Vincent, Barbuda e Vieques. Tra queste isole caraibiche dimenticate non poteva certo mancare l’arcipelago di Turks & Caicos, dove si respira ancora un’atmosfera genuina e tropicale, fatta di meravigliose e solitarie spiagge, tracce di antichi pirati e una natura tra le più incontaminate dei Caraibi.

Le isole più sperdute e solitarie dei Caraibi