Hawaii: surf, spiagge e meraviglie naturali

Il 50° stato degli USA è un arcipelago tropicale che regala scenari da sogno

L’arcipelago delle Hawaii, il cinquantesimo stato degli USA, nel bel mezzo dell’oceano Pacifico, è formato da sei isole maggiori (Oahu, Maui, Big Island, Kauai, Lanai e Molokai) e numerosi isolotti minori. Oahu e Maui sono indubbiamente le più conosciute e le più indicate per chi le visita per la prima volta.

Oahu è l’isola di Honolulu, la capitale delle Hawaii, il centro economico e turistico dell’arcipelago. Grattacieli modernissimi si stagliano in mezzo all’oceano, ai piedi delle alte montagne, creando un notevole contrasto tra la città e il resto dell’isola, separate da foreste tropicali e piantagioni di ananas. Il contrasto è ancor più evidente nella caotica Waikiki (una delle spiagge più famose al mondo) dove sabbia bianca e acqua cristallina vedono sullo sfondo i grandi alberghi che ospitano migliaia di turisti.

Per fortuna, però, le Hawaii non sono soltanto Honolulu e Waikiki; per esempio basta percorrere qualche miglio e passare oltre Diamond Head (uno dei quattro crateri spenti di Oahu) per trovare paesaggi vulcanici, spiagge incantevoli e cittadine rilassate nelle quali godersi un bel Mai Tai.

Oahu è diventata famosa negli anni passati per le serie televisive di Magnum P.I., Flipper e Lost (l’Isola della serie è ricostruita da una decina di set sparsi tra spiagge e foresta tropicale). Da sempre, però, è considerata la capitale mondiale del surf. Le famose onde di North Shore (che in inverno possono raggiungere i 20-25 metri di altezza) sono il campo di gara preferito dai surfisti di tutto il mondo che si danno appuntamento lungo le splendide spiagge di Sunset Beach, Waimea Bay e Haleiwa, una deliziosa cittadina dove sembrano esistere solo negozi di surf e locali per ritrovarsi dopo una giornata passata tra le onde.

Maui è invece più selvaggia, con piccole e deliziose cittadine distanti miglia e miglia l’una dall’altra. L’isola è formata da due vulcani estinti, le West Maui Mountain e l’Haleakala. Quest’ultimo raggiunge un’altezza di 3050 metri sul livello del mare e, all’interno del cratere, presenta scorci di incantevole bellezza. Le strutture turistiche si dividono principalmente tra due località della costa sud: Kaanapali e Wailea. Lahaina è invece l’antica capitale delle Hawaii, una piccola città che sembra essersi fermata agli inizi del secolo scorso.

Le bellezze di Maui possono essere riassunte dall’incredibile Road to Hana: un percorso di circa 53 miglia che unisce le cittadine di Kahului e Hana. Oltre 600 curve e 54 ponti si snodano lungo un percorso tra i più belli al mondo che passa attracerso foreste tropicali, cascate, laghi e scogliere a picco sull’oceano; un paradiso naturale da godersi in tutta tranquillità, fermandosi nei numerosi punti di interesse e addentrandosi alla ricerca di vere e proprie piscine naturali per fare il bagno sotto ad una cascata.

Le Hawaii sono isole incantevoli che offrono scenari unici al mondo. Il consiglio più prezioso è sicuramente quello di non rinchiudersi nei resort di lusso, ma di noleggiare un’automobile (meglio se cabrio) e lanciarsi alla scoperta di tutte le meraviglie nascoste dietro a ogni angolo. Aloha!

Hawaii: surf, spiagge e meraviglie naturali