Halloween e Ognissanti, le usanze più strane

Non solo zucche e cimiteri: da Napoli alle Filippine, dalla Francia al Messico, ecco i festeggiamenti più bizzarri tra fine ottobre e inizio novembre

Festività religiose o pagane che siano, tra la fine di ottobre e l’inzio di novembre in tutto il mondo si celebrano i giorni di Ognissanti, di Halloween e dei Morti.

Oltre alle celebrazioni già conosciute (Dolcetto o scherzetto), ne esistono alcune decisamente originali e non per forza tristi.

In alcuni Paesi, come le Filippine, per esempio, le tradizioni sacre si mischiano alle usanze locali. Sull’isola di Mauritius si approfitta per addobbare i cimiteri di fiori e per brindare con fiumi di rhum.

In Polonia, Martinica e anche a Napoli e a Palermo è l’occasione per buttarsi sul cibo e sulle specialità culinarie, dal torrone alla ‘frutta di Martorana’. In Messico la festa è ricca di colori. I defunti tornano tra i loro cari a fare la fiesta!

 

Halloween e Ognissanti, le usanze più strane