Guide di Viaggio: Napoli

Napoli: itinerario turistico tra le bellezze artistiche e storiche della città partenopea più famosa d' Europa, tra meraviglie architettoniche e specialità gastronomiche

Napoli è il capoluogo della regione Campania e si affaccia sull’omonimo Golfo. Alle sue spalle l’imponenza del Vesuvio farà da cornice al vostro fantastico soggiorno napoletano. Le cose da vedere in questa città sono moltissime, vediamo insieme quali sono le principali attrattive turistiche e i luoghi più belli da visitare. Iniziamo col dire che il centro storico di Napoli è il vasto d’Europa e fa parte dei beni protetti dall’UNESCO. Questo perché la sua architettura è un mix di stili che si sono sovrapposti nel corso degli anni, circa 2800. L’area interessata comprende ben 14 quartieri: Avvocata, Montecalvario, Mercato, Chiaia, Vicaria, Stella e San Carlo all’Arena solo per citarne alcuni. Tra le architetture religiose ricordiamo il Duomo di Santa Maria Assunta, una delle principali chiese di Napoli, realizzata in stile gotico, rinascimentale, barocco e neogotico. La sua costruzione inizio nel XIII secolo e terminò nel secolo scorso. Al suo interno sono state inglobate altre due chiese, quella di Santa Restituita e quella di San Giovanni in Fonte, oltre alla Cappella del Tesoro di San Gennaro, che conserva le reliquie del santo patrono della città. La prima possiede il battistero più antico di tutto l’Occidente mentre la seconda è una piccola chiesetta con una sala battesimale ricavata nel tufo.

Un’altra bella chiesa da visitare a Napoli è quella di San Domenico Maggiore voluta da Carlo II d’Angiò. Dal punto di vista storico, artistico e culturale è una delle chiese più interessanti da vedere, vediamo perché. La struttura è costruita in stile gotico e barocco e risale al 1283. Al suo interno è possibile ammirare la Cappella degli Affreschi, un capolavoro del Brancaccio. La facciata della chiesa dà sulla piazza e si trova affacciata all’obelisco di San Domenico. Come avrete intuito le chiese costituiscono gran parte del patrimonio artistico di Napoli. Tra le numerose chiese che potrete visitare consigliamo quella del Gesù Nuovo in stile barocco e quella dei Girolamini, risalente alla fine del XVII secolo. Uno degli edifici simbolo di Napoli e della Campania è il famoso Maschio Angioino, conosciuto anche con il nome di Castel Nuovo. Si tratta di una fortezza medievale risalente al XIII secolo, di cui il primo proprietario fu Carlo I d’Angiò. Questo castello domina la piazza del Municipio ed ospita la sede della Società napoletana di storia della patria e l’Istituto per la storia del Risorgimento italiano. Nel complesso potrete visitare anche il Museo Civico. Una cosa che non potete assolutamente perdere è la visita alla famosa Cappella di San Severo, al cui interno è possibile ammirare la splendida scultura del Cristo Velato.

Si tratta di un’opera molto realistica che da davvero l’impressione di vedere un uomo coperto da un sottile velo. Davvero unica nel suo genere, da non perdere! La leggenda vuole che il velo sia stato creato da un alchimista e che copra davvero un corpo umano calcificato in cristalli di marmo. Per gli appassionati di musei consigliamo di vedere il Museo Archeologico Nazionale, uno dei più importanti e interessanti della città. Al suo interno sono conservati tanti reperti storici, dai tempi dei Romani ad oggi. Stupenda la collezione di reperti egizi, seconda in Italia solo a quella del Museo Egizio di Torino, in Piemonte. Altra importante struttura da visitare situata proprio sul Golfo di Napoli è il Castel dell’Ovo, di origine normanna. Il sito è accessibile tutti i giorni tranne il sabato, dalle ore 9 alle ore 14 e la domenica fino all 19.30. Nei sotterranei di Napoli ci sono le cosiddette Catacombe di San Gennaro, un grande complesso cimiteriale risalente al II e III secolo, e costituiscono il più importante sito cristiano della città.

Napoli è una bellissima città, ma anche i suoi dintorni non scherzano. E’ molto bello ad esempio organizzare un’escursione sul Vesuvio, oppure recarsi a visitare il sito archeologico più importante d’Italia, cioè quello che resta di Pompei ed Ercolano, i due comuni sulle pendici del vulcano dove il tempo si è fermato per secoli. La colata di cenere e lapilli seppellì tutto e tutti, portando ai giorni nostri resti incredibili. Sul sito ci sono i calchi dei corpi che sono rimasti nella loro posizione originale al momento della morte. Una cosa davvero impressionante. Non si può trascorrere un soggiorno a Napoli senza entrare in uno dei suoi storici caffè e berne uno fatto veramente con stile. Da non dimenticare poi i famosi babà al rum e le mozzarelle di bufala campane, perfette per preparare la caprese, oltre all’ottima pizza napoletana, con pomodoro fresco e origano, cotta nel forno a legna conosciuta e apprezzata in tutto il mondo. Da Napoli poi è possibile visitare la piccola isola di Capri e la sua meravigliosa Grotta Azzurra.

Guide di Viaggio: Napoli