Guide di Viaggio: Mantova

Mantova è sicuramente una delle città più belle e affascinanti d'Italia, per arte e cultura. Ecco le attrazioni imperdibili nel luogo che diede i natali a Virgilio

Scoprire Mantova è un’esperienza inebriante e che riuscirà ad appagare tanto la mente quanto i sensi, per quanto bella e suggestiva appare a tutti i suoi visitatori la città virgiliana. Quanti sono alla ricerca di un itinerario guidato alla scoperta di una delle più belle mete italiane non hanno di che temere, dato che le attrazioni a Mantova non mancano di certo. Grazie ai suoi eleganti palazzi rinascimentali, retaggio più evidente della lunga e indelebile dominazione dei Gonzaga che per diversi secoli ha contrassegnato la città, Mantova regala meravigliosi edifici che aspettano solo di essere scoperti. Il Palazzo Ducale è l’edificio più grande e celebre della città ed è il simbolo di Mantova oltre che l’antico simbolo del potere cittadino, dato che esso fu l’antica residenza della famiglia Gonzaga. Le spettacolari architetture mantovane sono però molte altre, come dimostrano il Palazzo Te oppure il Castello di San Giorgio, anch’essi risalenti al periodo cinquecentesco e fulgidi esempi della cultura rinascimentale. Turisti e viaggiatori non potranno che rimanere conquistati dall’eleganza e dalla raffinatezza di questi palazzi, ma Mantova è anche molto altro. I quartieri di tendenza si stanno infatti diffondendo a vista d’occhio, creando una singolare contrapposizione tra l’antico e il moderno.

Non si può proprio dire che non ci siano buone ragioni per partire alla volta di Mantova, dato che vi sono oltre mille eventi organizzati nella città Capitale europea della Cultura 2016. Mantova è infatti ogni anno lo scenario dove si svolge il Festivaletteratura, la più importante manifestazione italiana dedicata alla letteratura e alla prosa, giunta quest’anno alla sua ventesima edizione. Gli amanti delle parole scritte rimarranno conquistati dalle conferenze e dagli eventi che ogni anno si tengono nel festival della letteratura organizzato a Mantova, con importanti ospiti nazionali e internazionali chiamati all’evento. Da non perdere è poi lo storico Mantova Jazz Festival, kermesse che si apre ad ottobre e va avanti fino a dicembre, con importanti nomi del jazz nazionale e internazionale chiamati ad esibirsi di fronte a una folta platea. Gli amanti della musica saranno infine lieti di sapere che la città virgiliana ospita pure un celebre festival musicale, il Mantova Chamber Music Festival, che vede il Palazzo Ducale come suggestiva location e che richiama importanti esponenti del mondo musicale dello scenario italiano. Le occasioni di gala mantovane dunque sono numerose e adatte a tutti.

Uno dei motivi che spingerà turisti e viaggiatori alla scoperta di Mantova è costituito dalla cucina locale, una delle più gustose e saporite d’Italia. Le specialità mantovane sono caratterizzate dalla forte influenza esercitata dal riso e dai prodotti lombardi, coltivati e allevati nella fertile terra della Pianura Padana compresa all’interno della provincia di Mantova. I tortelli sono sicuramente il primo più conosciuto e costituiscono pure la specialità simbolo della cucina locale, oltre che una delle più note ricette con la zucca d’Italia. Molto apprezzato è anche il risotto con la pilota, ossia un riso che viene accompagnato con grasso di maiale e formaggio grana grattugiato. Lo stufato d’asino è un prodotto tipico della zona di Mantova e viene solitamente accompagnato da polenta, un contorno molto noto e decisamente utilizzato in tutto il Nord Italia. Per quel che riguarda i dolci spazio alla torta sbrisolona, squisita ed estremamente friabile, a base di nocciole, burro e farina di mais. Una visita a Mantova è sufficiente anche solo per gustare qualche squisito prodotto della gastronomia locale, sicuramente non il massimo per conservare la linea, ma perfetto per appagare il palato.

Quanti hanno programmato un tour nella città dei Gonzaga possono spingersi anche oltre rispetto al centro storico e andare alla scoperta delle meraviglie naturali presenti nell’immediata provincia. Il maggiore fiume della città, il Mincio, è infatti un ecosistema vivo e piuttosto ricco di flora e fauna, presenti in una grande area protetta che fa parte del Parco del Mincio. La biodiversità è ben rappresentata, tra aironi, garzette, falchi, rane e pesci di acqua dolce che vivono tra le acque del fiume, con scenari immersi nel verde che diventano particolarmente suggestive alle prime luci dell’alba. Gli amanti dello sport non possono inoltre perdersi lo splendido percorso ciclabile che si sviluppa lungo il corso del fiume e che conduce la città mantovana al Veneto, toccando le sponde del lago di Garda. Esso è ben segnalato e frequentato soprattutto in estate, dal momento che è di facile percorrenza e adatto a veloci gite per tutta la famiglia, dai grandi ai bambini. I motivi per partire alla scoperta della città lombarda sono dunque innumerevoli e non si può certo dire che Mantova manchi di ragioni per essere scoperta e ammirata da chi non l’ha mai vista prima.

Guide di Viaggio: Mantova